sabato 03 dicembre | 03:54
pubblicato il 27/set/2014 13:57

Gdf, sequestro di beni per uno dei capi della Banda Magliana

Requisita società immobiliare e appartamento in Costa Smeralda

Gdf, sequestro di beni per uno dei capi della Banda Magliana

Milano (askanews) - La famigerata Banda della Magliana continua a tornare alla ribalta della cronaca nazionale. Questa volta per un maxi sequestro eseguito dalla Guardia di Finanza nei confronti di uno dei capi storici del gruppo criminale, Ernesto Diotallevi. I militari hanno requisito una società immobiliare e un lussuoso appartamento di Porto Rotondo, in Costa Smeralda.

I finanzieri del Comando provinciale di Roma hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo, emesso dal presidente del Tribunale di Roma, su richiesta della Procura della Repubblica e della Direzione Distrettuale Antimafia. Coinvolti, oltre a Diotallevi, anche diversi prestanome. Il valore dei beni sequestrati, secondo una stima che le Fiamme Gialle definiscono prudenziale, ammonterebbe a circa 255mila euro. Nel 2013 A Ernesto Diotallevi erano stati sequestrati altri beni per un valore complessivo di 25 milioni di euro.

Gli articoli più letti
Russia
Stampa Gb: nuova arma segreta Putin è polpo gigante. Mosca: bufala
Siria
Siria, ribelli in difficoltà si uniscono in "Esercito di Aleppo"
Riforme
Referendum, stamattina Renzi al teatro Politeama di Palermo
Femminicidio
Pescara, una 26enne uccisa a coltellate dall'ex fidanzato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari