martedì 24 gennaio | 18:45
pubblicato il 03/ago/2011 11:37

Gdf mette sigilli a 2 bar torinesi: erano basi della 'ndrangheta

Si svolgevano riunioni affiliati, sequestrati beni per 2 milioni

Gdf mette sigilli a 2 bar torinesi: erano basi della 'ndrangheta

In due bar della provincia di Torino si svolgevano riunioni per l'affiliazione di nuovi consociati alla criminalità organizzata: per questo i finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria hanno posto i sigilli ai due locali nell'ambito dell'operazione "Minotauro" contro la 'ndrangheta, che all'inizio di giugno ha portato a centinaia di arresti e al sequestro di patrimoni per decine di milioni di euro. Gli altri beni sequestrati sono cinque immobili, otto conti corrente e una società di gestione di un'area di servizio sulla statale per Castellamonte, per un valore complessivo di due milioni. Ora l'attività di contrasto alla 'ndrangheta dei finanzieri continua con l'apertura di cassette di sicurezza, dalle quali sono già venuti alla luce gioielli e altri oggetti di valore.

Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4