sabato 25 febbraio | 17:15
pubblicato il 03/ago/2011 11:37

Gdf mette sigilli a 2 bar torinesi: erano basi della 'ndrangheta

Si svolgevano riunioni affiliati, sequestrati beni per 2 milioni

Gdf mette sigilli a 2 bar torinesi: erano basi della 'ndrangheta

In due bar della provincia di Torino si svolgevano riunioni per l'affiliazione di nuovi consociati alla criminalità organizzata: per questo i finanzieri del Nucleo Polizia Tributaria hanno posto i sigilli ai due locali nell'ambito dell'operazione "Minotauro" contro la 'ndrangheta, che all'inizio di giugno ha portato a centinaia di arresti e al sequestro di patrimoni per decine di milioni di euro. Gli altri beni sequestrati sono cinque immobili, otto conti corrente e una società di gestione di un'area di servizio sulla statale per Castellamonte, per un valore complessivo di due milioni. Ora l'attività di contrasto alla 'ndrangheta dei finanzieri continua con l'apertura di cassette di sicurezza, dalle quali sono già venuti alla luce gioielli e altri oggetti di valore.

Gli articoli più letti
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech