sabato 03 dicembre | 01:27
pubblicato il 11/nov/2014 11:22

Galletti:condoni edilizi sono tentati omicidi a tutela ambiente

"Non è un problema di risorse ma serve semplificazione"

Galletti:condoni edilizi sono tentati omicidi a tutela ambiente

Roma, 11 nov. (askanews) - "Mai più condoni edilizi: sono tentati omicidi alla tutela del territorio territorio". E' l'impegno annunciato dal ministro dell'Ambiente, Gianluca Galletti, intervenendo alla Camera agli stati generali contro il dissesto idrogeologico. "La situazione è in netto peggioramento - ha aggiunto Galletti - La prima battaglia non è di tipo burocratico o di risorse, ma è di tipo culturale. Esiste un problema nel nostro paese di opere non fatte, per troppo tempo non si sono fatte opere contro il dissesto. Non è un problema di risorse ma di spendere bene quelle che ci sono". Secondo Galletti "serve semplificazione, servono poche regole e chiare e non è vero che la semplificazione abbassa la tutela ambientale. Chi ha pensato questo ha tenuto in questi anni 2,3 miliardi di euro che dobbiamo sbloccare subito prima di parlare di nuovi fondi".

Rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari