martedì 21 febbraio | 01:44
pubblicato il 18/ott/2011 16:57

Furti, danneggiamenti e spaccio: arresti nell'Agrigentino

Il gruppo criminale seminava terrore anche nel Nisseno

Furti, danneggiamenti e spaccio: arresti nell'Agrigentino

Rapine, furti, danneggiamenti, incendi di autoveicoli, spaccio di droga e aggressioni. Il gruppo criminale sgominato dalla squadra Mobile di Agrigento ha seminato il terrore per oltre un anno tra Canicattì e la provincia di Caltanissetta. L'indagine della polizia, nata dopo le denunce delle vittime, ha portato all'individuazione e all'arresto di una trentina di malviventi, alcuni già noti alle forze dell'ordine perché pregiudicati. Il procuratore capo Renato di Natale spiega i dettagli dell'operazione "Strike".Gli agenti della questura di Agrigento hanno così fatto luce su diversi furti, danneggiamenti ed estorsioni, ma anche su episodi legati allo spaccio di stupefacenti. Uno degli indagati, ad esempio, avrebbe ripagato i "favori sessuali" di una donna con diverse dosi di hashish.

Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia