domenica 04 dicembre | 15:26
pubblicato il 14/set/2013 11:46

Fuga dalla guerra: in due giorni 770 migranti siriani in Italia

Sulle coste siciliane e calabresi, soccorsi da Guardia Costiera

Fuga dalla guerra: in due giorni 770 migranti siriani in Italia

Sicilia, (askanews) - Arrivano a centinaia sulle coste calabresi e siciliane dopo lunghe traversate in mare per fuggire dalla Siria in guerra. Sono 770 i migranti di dichiarata nazionalità siriana sbarcati negli ultimi due giorni sulle coste italiane. I primi 279, tra cui molte donne e bambini, sono stati soccorsi dalla Guardia Costiera a largo di Lampedusa venerdì 13 settembre: avvistati nel tardo pomeriggio, sono arrivati in porto nelle prime ore del mattino a causa del mare agitato. Altri 171 sono stati intercettati su un natante che imbarcava acqua al largo di Roccella Ionica e traghettati nel porto calabrese da due motovedette di Guardia costiera e Guardia di finanza: a bordo una cinquantina tra donne e bambini, una decina di pochi mesi. Gli ultimi 320 migranti di origine siriana sono stati soccorsi tra venerdì e sabato al largo di Siracusa: avvistati nel pomeriggio da un velivolo della Guardia costiera, hanno ricevuto un primo soccorso alle 22.30 da un mercantile dirottato dalla Centrale operativa. Poi sono intervenute due motovedette da Porto Palo e Siracusa, che hanno portato a termine il salvataggio nonostante il mare in tempesta.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari