domenica 04 dicembre | 13:14
pubblicato il 12/mar/2014 12:00

Fratricidio in Irpinia al culmine di una violenta lite

Omicida si costituisce a polizia, da ricostruire il movente

Fratricidio in Irpinia al culmine di una violenta lite

Napoli, 12 mar. (askanews) - Fratricidio a Monteforte Irpino, piccolo centro in provincia di Avellino. Un uomo di 34 anni, Vincenzo Gallo, ha ucciso il fratello Carmine, 33enne, al culmine di una lite e poi si è costituito alla Polizia raccontando quanto accaduto. Il violento litigio, scoppiato per dissidi familiari, poco dopo le 23 di ieri all'interno dell'abitazione della vittima in via borgo a Monteforte. Vincenzo ha estratto una pistola, detenuta illegalmente e ancora non recuperata, e ha ferito mortalmente Carmine esplodendo cinque colpi, alcuni dei quali hanno raggiunto il fratello all'addome. L'uomo è deceduto prima dell'arrivo dei sanitari del 118. Al momento dell'omicidio in casa vi erano altre persone estranee al nucleo familiare che sono state ascoltate dagli investigatori per ricostruire il motivo che ha scatenato la furia omicida.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari