domenica 04 dicembre | 21:37
pubblicato il 10/gen/2015 13:43

Francia, Bagnasco: sono barbari perdenti di fronte alla storia

"Tutto il mondo deve sentirsi colpito"

Francia, Bagnasco: sono barbari perdenti di fronte alla storia

Genova , 10 gen. (askanews) - "E' un dolore immenso quello che quest'ultimo attentato scatena nel cuore dell'umanità e tutto il mondo deve sentirsi colpito" ma "questi barbari, questi uomini brutali sanno che la storia non si può fermare e quindi sono di per sé perdenti". Lo ha detto il presidente della Cei e arcivescovo di Genova, cardinale Angelo Bagnasco, commentando la strage in Francia a margine della presentazione del nuovo vescovo ausiliare della diocesi del capoluogo ligure, monsignor Nicolò Anselmi.

"La storia della cultura, delle idee, dei valori e delle giuste libertà -ha sottolineato il presidente della Cei- non può essere fermata da nessuna violenza, da nessuna brutalità: esibiscono la violenza e la brutalità per spaventare perché loro sono spaventati dalla storia".

Secondo il cardinale, questa ennesima strage "ci deve insegnare la vera convivenza, la vera libertà densa di valori, non acritica e non puramente autoreferenziale e anche il rispetto per tutti. L'Occidente -ha concluso Bagnasco- deve imparare molto meglio cosa vuol dire essere liberi nel rispetto".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari