martedì 24 gennaio | 04:05
pubblicato il 10/dic/2014 16:27

Franceschini: avanti su Iva al 4% per ebook, Ue incomprensibile

'Un libro è un libro: dall'Italia una forte sollecitazione'

Franceschini: avanti su Iva al 4% per ebook, Ue incomprensibile

Roma, 10 dic. (askanews) - "L'equiparazione della tassazione sul libro elettronico in pari misura rispetto al libro cartaceo con grande probabilità ci porterà a una procedura d'infrazione davanti all'Unione europea", ma "è una scelta fatta consapevolmente: è davvero difficile spiegare le ragioni per cui ci si ostina a livello di Unione europea a non capire che un libro e un libro. Il parlamento italiano ha fatto questa scelta, che sono certo verrà confermata dal Senato". Lo ha detto il ministro dei Beni culturali Dario Francescini, rispondendo al question time di oggi alla Camera.

Franceschini ha spiegato che "all'ultimo incontro dei ministri della cultura per l'approvazione dei documenti finali del semestre siamo andati con questo punto aperto: non c'è stata la possibilità di costruire un'intesa, siamo andati con una proposta aperta, c'è stato un lungo dibattito e diversi paesi si sono espressi contro l'ipotesi che ci sia un pronunciamento esplicito dei ministri della cultura sull'equiparazione dell'Iva, ritenendo questa una materia esclusiva dell'Ecofin. Alcuni paesi, insieme a noi, hanno sostenuto con forza questa conclusione".

"Il testo che ne è uscito - ha proseguito - dà un'indacazione molto chiara e io lo giudico un grande risultato, perchè costringe la Commissione e l'Ecofin a confrontarsi con un'indicazione molto precisa: 'L'impegno è promuovere la lettura come strumento per diffondere i saperi e incoraggiare la creatività, sostenere l'accesso alla cultura e la diversità culturale e sviluppare la consapevolezza dell'identità europea, affrontando il tema delle diverse condizioni applicate ai libri elettronici e di stampa'. È un invito esplicito ad affrontare questa diversità che oggi esiste e che spero che l'Ue vorrà affrontare con determinazione, superando questa incomprensibile differenza di trattamento Iva. In ogni caso la decisione del parlamento italiano sarà una forte sollecitazione perchè si vada in quella direzione", ha concluso Franceschini.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4