giovedì 23 febbraio | 15:13
pubblicato il 09/ott/2011 12:28

Frana nel Salernitano: rientrate in casa quasi tutte le famiglie

Al lavoro per togliere il fango, preoccupazione per il futuro

Frana nel Salernitano: rientrate in casa quasi tutte le famiglie

Il sole è tornato a spendere, ma i segni del passaggio della frana a tra San Gregorio Magno e Buccino nel Salernitano sono ancora evidenti. Quasi tutte le famiglie che erano state costrette a lasciare le loro case in contrada Teglie perchè la zona era stata invasa da un fiume di fango, detriti e pietre, hanno fatto ritorno alle loro abitazioni.I vigili del fuoco insieme ai residenti sono ancora al lavoro per ripulire la zona dal fiume di fango, detriti e pietre, sceso a valle da un invaso naturale sovrastante che è tracimato a causa delle piogge. Ora però resta la preoccupazione per il futuro e gli abitanti della zona puntano il dito contro le discariche abusive.Nella provincia di Salerno il 99% dei comuni sono rischio frana e alluvioni per la cattiva gestione del territorio denuncia Coldiretti facendo sapere che a causa della frana di venerdì ci sono stati anche danni rilevanti alla produzione agricola.

Gli articoli più letti
Papa
Papa: scandaloso dire "sono cattolico" e riciclare denaro
Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Milano
Dopo le palme in piazza Duomo a Milano arrivano i banani
Salute
Aborto, Cei su ospedale San Camillo: "Non snaturare la legge 194"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Grana Padano, nuovo marchio indica provenienza latte su confezioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech