martedì 24 gennaio | 06:26
pubblicato il 17/giu/2013 18:12

Forestale: torna libera tartaruga marina in riserva naturale Tarquinia

(ASCA) - Roma 17 giu - ''Fourmoreyears'', cosi' e' stato chiamato l'esemplare di tartaruga marina Caretta caretta, che nei giorni scorsi e' tornata a nuotare nelle acque del litorale tarquiniese. La tartaruga marina era stata ritrovata nel Novembre scorso da un pescatore mentre galleggiava, priva di vitalita', nelle immediate vicinanze del litorale campano.

Dopo essere stata tratta in salvo, ''Fourmoreyears'' era stata trasportata presso il Centro di Recupero della Stazione Zoologica Anton Dohrn di Napoli, dove e' stata sottoposta alle cure necessarie che le hanno permesso di tornare ad uno stato di salute idoneo per essere liberata in mare.

Oggi l'esemplare pesa piu' di 40 chili, ha raggiunto una lunghezza che supera i 70 centimetri e finalmente e' stato possibile liberarla. La liberazione e' avvenuta nelle acque della Riserva Naturale gestita dal Corpo forestale dello Stato ''Saline di Tarquinia'' che per la prima volta ospitano una tartaruga marina. Tutte le specie di tartarughe presenti nei mari italiani sono elencate nell'appendice I della Convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate d'estinzione che, insieme ad altre leggi derivanti dalla ratifica di diverse convenzioni internazionali e alla direttiva habitat per la conservazione degli ambienti naturali, ne garantisce il massimo livello di protezione. Secondo recenti studi e monitoraggi, lo stato di conservazione delle popolazioni di tartarughe marine presenti nei mari italiani appare ancora critica, anche a causa dei conflitti con le attivita' umane. Si e' dunque resa necessaria l'approvazione e implementazione, da parte di tutte le amministrazioni competenti, di una politica coordinata che definisca le azioni da attuare ai fini di un costante monitoraggio del fenomeno e di un adeguato sistema di gestione per il recupero degli esemplari feriti o in difficolta'.

red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4