lunedì 23 gennaio | 12:34
pubblicato il 21/giu/2011 17:01

Fiumi di denaro da Italia a Cina: sequestri per 25 milioni euro

Flussi finanziari illeciti per 238 milioni maturati in Toscana

Fiumi di denaro da Italia a Cina: sequestri per 25 milioni euro

Una diga sul fiume di denaro che 'esonda' dall'Italia verso la Cina. A 'costruirla' sono stati i finanzieri del comando regionale della Toscana che hanno sequestrato beni patrimoniali per oltre 25 milioni di euro nei confronti di 70 amministratori o titolari di imprese cinesi denunciati per frode fiscale. Sono in tutto 318 le società cinesi sottoposte a indagini dalle Fiamme gialle nell'ambito dell'inchiesta che ha portato all'operazione 'Cian Ba'. Le ditte coinvolte, con sede nelle province di Firenze, Prato e Pisa e operanti nei settori di pelletteria, tessile e pronto moda, avrebbero omesso di fatturare e di dichiarare al fisco 238 milioni di euro nel triennio 2007-2009. Il flusso illecito di denaro veniva inviato dall'Italia in Cina passando attraverso 13 agenzie di money-transfer toscane.

Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
In Sicilia i corsi per aspiranti Master of Wine
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4