venerdì 20 gennaio | 16:04
pubblicato il 23/giu/2011 09:30

Fisco/Nel 2011 23 mld redditi evasi,in aumento quelli all'estero

Bilancio GdF: In 5 mesi +42% di 'sommerso d'azienza' sul 2010

Fisco/Nel 2011 23 mld redditi evasi,in aumento quelli all'estero

Roma, 23 giu. (askanews) - Nei primi 5 mesi del 2011 la Guardia di Finanza, nelle indagini sulle frodi e i reati fiscali, ha denunciato 5.360 soggetti (il 13% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno) principalmente per aver utilizzato (1.524) o emesso (826) fatture false o per non aver versato l'IVA (241). Gli arrestati sono stati 108. Ai responsabili dei reati fiscali sono stati sequestrati circa 542 milioni di euro, valore 10 volte superiore a quello del corrispondente periodo del 2010. quanto rende noto il Comando generale della GdF, in occasione del 237mo anniversario di fondazione del corpo. Sul fronte dell'evasione fiscale internazionale, sempre nei primi 5 mesi di quest'anno sono stati scoperti redditi non dichiarati per circa 7 miliardi di euro, superiori del 47% rispetto a quelli dello scorso anno. Sotto la lente delle Fiamme Gialle sono finiti principalmente i trasferimenti 'di comodo' delle residenze di persone e società nei paradisi fiscali e lo spostamento all'estero di capitali per non pagare le tasse in Italia. Le investigazioni sulle imprese e lavoratori autonomi sconosciuti al fisco, perché non presentano le dichiarazioni annuali ('sommerso d'azienda'), hanno portato all'individuazione di redditi evasi per oltre 11 miliardi di euro, pari al 42% in più rispetto al 2010. Più in generale, l'attività di contrasto all'evasione fiscale ha portato alla individuazione di redditi non dichiarati per oltre 23 miliardi di euro, in linea con il trend dello scorso anno, e di Iva evasa per 5,5 miliardi di euro (+64% sul corrispondente periodo del 2010). Sempre più elevato lo standard di qualità dei controlli: nel 92% dei casi i verbali della Guardia di Finanza sono stati recepiti dall'Agenzia delle Entrate per il successivo accertamento. In aumento anche i casi di chi aderisce spontaneamente ai rilievi mossi dai verificatori del Corpo, per importi superiori del 35% rispetto ai primi cinque mesi del 2010.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: trovati vivi 6 dispersi
Maltempo
Valanga Rigopiano, Soccorso alpino: morti accertati sono solo 2
Sanità
Salute, Lorenzin: via libera al Piano nazionale vaccini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
A Unidata gara per frequenze reti radio a larga banda
Sistema Trasporti
Delrio: "Proporrò sconti sugli abbonamenti del trasporto locale"