martedì 17 gennaio | 10:17
pubblicato il 25/gen/2012 12:43

Fisco/ Incassano pensioni dei defunti per 8 mln: 79 denunciati

Operazione Gdf in collaborazione con l'Inpdap in 45 province

Fisco/ Incassano pensioni dei defunti per 8 mln: 79 denunciati

Roma, 25 gen. (askanews) - In 79 sono stati denunciati, 4 dei quali arrestati in flagranza, perchè riscuotevano da anni le pensioni di persone defunte, per un totale di 8 milioni di euro sottratti alla collettività. Alcuni riscuotevano le pensioni dei propri parenti morti fin dal 1986 e tra i truffatori ci sono insegnanti, avvocati e dipendenti pubblici. L'operazione è stata effettuata dal nucleo speciale spesa pubblica e repressione frodi comunitarie della Guardia di Finanza che, in stretta collaborazione con l'Inpdap, ha sviluppato un'analisi di rischio per individuare i casi di persone che si sono sostituiti a pensionati defunti ed hanno continuato a percepirne le pensioni. L'analisi è stata condotta sull'intero territorio nazionale ed ha preso in considerazione 2.700.000 posizioni pensionistiche, vale a dire la complessiva platea di pensionati gestisti dall'Inpdap. Sono così stati stanati coloro che da prima del 2008 si erano sostituiti ai defunti e le indagini sono tuttora in corso per far emergere le posizioni di coloro che hanno agito nello stesso modo dopo il 2008. Il 16 gennaio è scattata l'operazione delle Fiamme Gialle: i truffatori, pronti come ogni mese a riscuotere le pensioni, hanno trovato ad aspettarli in banca o negli uffici postali i finanzieri. Le pensioni, i libretti postali, i conti correnti sono stati sequestrati. 79 persone sono state denunciate, di cui 4 tratte in arresto in flagranza. Il danno accertato è di circa 8 milioni di euro. Oltre un milione di euro è stato però già recuperato con il sequestro delle giacenze sui conti. Le indagini proseguono ulteriormente sul piano patrimoniale per operare altri "sequestri per equivalente". Tra i casi più significativi, quelli di una insegnante, della provincia di Messina che riscuoteva, dal 1999, la pensione della madre deceduta, di una un'imperterrita tutrice, che sin dal 1986, ogni mese, è andata allo sportello a ritirare la pensione spettante ad un familiare defunto e ancora della moglie di un professionista, residente in provincia di Avellino, che dal 2005 incassava la pensione di reversibilità della defunta madre. (Segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Cybercrime
Cybercrime, Giulio e Francesca Occhionero restano in carcere
Bancarotta
Bancarotta, a Reggio Calabria 7 ordinanze cautelari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello