lunedì 23 gennaio | 05:52
pubblicato il 16/mar/2012 09:37

Fisco/ In provincia Torino scoperti e denunciati 65 falsi poveri

Dichiaravano redditi bassi ma possedevano ville e terreni

Fisco/ In provincia Torino scoperti e denunciati 65 falsi poveri

Roma, 16 mar. (askanews) - Possedevano ville in Sardegna ed in altre località balneari della penisola, ma erano nullatenenti per i Comuni e per gli altri enti a cui chiedevano la riduzione delle tasse scolastiche, della mensa dei figli o gli assegni di maternità. In provincia di Torino, nei territori del Canavese, Ciriacese e delle Valli di Lanzo, la Guardia di Finanza ha scoperto 65 'falsi poveri', denunciati per falsità ideologica finalizzata alla truffa ed all'indebita percezione di contributi pubblici. Le Fiamme gialle li hanno individuati incrociando i dati contenuti in false autocertificazioni con le numerose banche dati a disposizione della GdF e con altre informazioni reperite nel corso dei servizi di controllo del territorio, anche con mirati sopralluoghi. I falsi poveri, tra cui anche dipendenti pubblici, avevano 'dimenticato' di indicare nelle autocertificazioni i redditi di lavoro percepiti o il possesso di immobili, come case e terreni, per svariate decine di migliaia di euro e in tal modo ottenevano benefici che non spettavano. E' il caso, ad esempio, di una donna di San Maurizio che aveva omesso di dichiarare di essere proprietaria, con il marito, di 4 immobili in Sardegna. Una donna di Cafasse, invece, aveva tralasciato di denunciare il possesso di terreni, sia in Piemonte che in Calabria. Complessivamente, l'indagine ha consentito di accertare omissioni ai fini delle prestazioni sociali agevolate per circa 1 milione di euro tra redditi e patrimoni mobiliari ed immobiliari non dichiarati. Nei confronti dei 'falsi poveri' denunciati gli enti pubblici interessati avvieranno un'azione di restituzione delle somme indebitamente percepite.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4