martedì 17 gennaio | 04:15
pubblicato il 25/feb/2012 18:23

Fisco/ Controlli Gdf a Bergamo, in scontrini 47% irregolarità

Verifiche su Maserati, Porsche e Bmw intestate a nullatenenti

Fisco/ Controlli Gdf a Bergamo, in scontrini 47% irregolarità

Roma, 25 feb. (askanews) - Il 47% di irregolarità in materia di emissione di scontrini e ricevute fiscali. E' quanto ha rilevato la Gdf di Bergamo che oggi ha eseguito in città e nel suo hinterland una serie di controlli anti evasione. Su 252 controlli nei negozi sono state constatate 119 violazioni per mancata emissione degli scontrini. Durante il controllo del territorio sono state individuate 75 autovetture di lusso, su alcune delle quali verranno eseguiti accertamenti sotto il profilo fiscale, ad esempio sulla Maserati Grancabrio 145, per un valore di 141.000 euro, intestata ad un italiano che non ha mai dichiarato alcun reddito al fisco. Nelle stesse condizioni, ossia nullatenenti, sarebbero una giovane romena proprietaria di una Porsche Cayenne e un marocchino in possesso di una Bmw serie 3 del valore di 52mila euro. ANcora, accertamenti verranno eseguiti su un italiano proprietario di una Bmw 6C coupè per un valore di 85.000 euro acquistata nel 2011: l'uomo nel 2010 ha dichiarato solo redditi di fabbricati per 500 euro e nel 2009 redditi per 10.400 euro. E infine, su un italiano che, in possesso di un Range Rover del valore di 50.000 euro ha dichiarato nel 2010 6.100 euro di reddito. Sono stati segnalati alle autorità competenti per la sospensione dell'attività commerciali un panificio, due ristoranti, un negozio di abbigliamento, due bar, due parrucchieri e un negozio di alimentari. Le irregolarità in materia di mancata emissione di scontrini e ricevute vanno ad aggiungersi alle 233 violazioni (con una percentuale di irregolarità pari a circa il 30%) già individuate dalla Guardia di Finanza sul territorio dell'intera Provincia dall'inizio dell'anno in corso. Inoltre, sono stati eseguiti 23 controlli nei confronti di liberi professionisti (notai, avvocati, commercialisti, medici, consulenti): i militari hanno acquisito informazioni dai clienti che avevano appena ricevuto prestazioni dai professionisti per verificare se per le prestazioni sia stata, o sarà emessa regolare parcella.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Corruzione
Latina, appalti truccati: 10 arresti tra cui sindaco di Sperlonga
Comuni
Consenso dei sindaci: vince Appendino, Raggi precipita penultima
Napoli
Napoli, scoppia un impianto a gas: un morto e 7 feriti, 5 gravi
Roma
Roma, manutenzioni bus Cotral truccate: un arresto e 50 indagati
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
L'Italia difende Fca dalle accuse tedesche: le sue auto sono in regola
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello