martedì 24 gennaio | 16:54
pubblicato il 18/ago/2011 08:03

Firenze/ Renzi contro la pubblicità con i nani da giardino

I cartelli 'che puzza!' si associano a piazza della Signoria

Firenze/ Renzi contro la pubblicità con i nani da giardino

Firenze, 18 ago. (askanews) - I cartelloni pubblicitari del Wc Net, nei quali compaiono alcuni nani da giardino che esibiscono i cartelli 'che puzza!', secondo il sindaco Matteo Renzi, ledono l'immagine di Firenze. In particolare, su segnalazione di un cittadino forlivese che ha visto uno di questi cartelli vicino alla stazione ferroviaria della propria città, Renzi si è indignato per la scelta di Piazza della Signoria, come sfondo dove protestano i nani. E' "un danno di immagine pazzesco", ha detto Renzi. Lo slogan recita: "la protesta dai nani contro i cattivi odori della fossa biologica arriva nelle piazze". Ma, secondo il primo cittadino fiorentino, sembra invece che a puzzare sia propria piazza della Signoria. Per questo Renzi comunica di aver "dato mandato ai legali di verificare la richiesta di risarcimento danni".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4