lunedì 20 febbraio | 23:42
pubblicato il 11/feb/2011 11:15

Firenze/ Muore a 34 anni dopo intervento al naso

Si ipotizza una reazione allergica all'anestesia

Firenze/ Muore a 34 anni dopo intervento al naso

Firenze, 11 feb. (askanews) - Doveva essere un semplice intervento al setto nasale, per correggerne la deviazione, ma Tulllio Candura, 34 anni e' morto mercoledì, due ore dopo l'operazione, per una emorragia all'apparato digerente. E' successo all'ospedale di Santa Maria Nuova. L'autopsia, effettuata ieri, ha evidenziato la terribile causa del decesso. I familiari raccontano che Tullio si sia sentito male un'ora e mezzo dopo essere uscito dalla sala operatoria, al risveglio dall'anestesia generale, ha avvertito un forte dolore allo stomaco e quindi ha avuto un arresto cardiaco. Si indaga sulle cause del decesso. L'ipotesi più probabile e' una reazione allergica all'anestesia. Secondo quanto riferito da alcuni amici di Tullio, che ieri hanno manifestato in strada, con tanto di striscioni per chiedere giustizia, il ragazzo era stato sottoposto agli esami pre-operatori, ma non a quelli allergici per l'anestesia generale.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Sciopero Taxi, base prepara blitz a Roma. Delrio: regolamentare
Roma
Roma, grave il bimbo di 3 mesi rapito dal padre a Monterotondo
Salute
Infarto, 1 struttura sanitaria su 2 non ripetta volumi ministero
Campidoglio
Roma, Grillo a Raggi: decidete voi e non fatevi influenzare
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia