giovedì 08 dicembre | 11:13
pubblicato il 09/mag/2014 17:15

Firenze, killer portato in carcere. La gente grida "impiccati"

Insulti a Riccardo Viti dopo la confessione

Firenze, killer portato in carcere. La gente grida "impiccati"

Firenze (askanews) - E' stato tradotto in carcere Riccardo Viti, l'uomo che ha confessato di aver ucciso la 26enne prostituta romena Andreea Cristina Zamfir, ritrovata uccisa e "crocifissa" a Firenze lo scorso 5 maggio. Viti è stato interrogato in questura per nove ore e, da quanto si apprende, ha rilasciato "una confessione piena". I casi ricostruiti durante l'interrogatorio di violenze ad altre donne sarebbero dieci. Al momento di lasciare la questura, Viti è stato accolto da urla e insulti della gente.

Gli articoli più letti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Maltempo
Allerta protezione civile: pioggia e temporali sulla Sicilia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni