domenica 11 dicembre | 13:19
pubblicato il 07/ago/2013 18:04

Firenze approva bilancio e sostiene l'idea di una "service tax"

L'assessore al bilancio Petretto: "Serve un tributo manovrabile"

Firenze approva bilancio e sostiene l'idea di una "service tax"

Firenze (askanews) - Mantenere un alto livello di servizi ai cittadini, facendo i conti con la crisi, il patto di stabilità e i tagli agli enti locali: con la convinzione di aver centrato questi obiettivi, è stato approvato il bilancio preventivo del Comune di Firenze per il 2013. Il debito è rimasto contenuto sui 512 milioni di euro e non è aumentata la pressione tributaria comunale. L'assessore al Bilancio Alessandro Petretto. "Un bilancio difensivo con l'intendimento di recuperare investimenti interrotti per limiti atto di stabilità".E mentre resta congelata la prima rata dell'Imu, l'assessore, che è anche docente ordinario di economia pubblica, vedrebbe bene l'introduzione di una service tax. "Quello che credo e auspico è un tributo manovrabile da parte dei comuni".C'è soddisfazione dunque per il bilancio 2013, ma rimane l'incertezza per il futuro. "Io confido che questa amministrazione possa fare anche il prossimo bilancio".

Gli articoli più letti
Papa
Papa: prega per Aleppo. Guerra cumulo soprusi e falsità
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina