domenica 26 febbraio | 20:17
pubblicato il 27/mag/2011 09:59

Fincantieri, continua protesta in attesa vertice Tajani-sindacati

Lavoratori chiedono revisione del piano industriale

Fincantieri, continua protesta in attesa vertice Tajani-sindacati

Proseguono le proteste dei lavoratori di Fincantieri che non 'mollano la presa'. Pur con toni meno accesi dei giorni scorsi, gli operai continuando a manifestare contro il piano anticrisi annunciato dall'azienda che prevede 2.550 esuberi, la chiusura di due stabilimenti a Castellammare e a Sestri ponente e il ridimensionamento di un terzo cantiere. In attesa dell'incontro col governo il 3 giugno, una delegazione di operai è a Roma per il confronto tra il commissario Ue ai trasporti Antonio Tajani ed i sindacati. Tajani ritiene che l'Unione Europea metterà a disposizione gli strumenti economici in caso di ristrutturazioni di settori industriali: oltre al programma per la cantieristica Leadership 2015, ci sono il fondo per la globalizzazione e il fondo sociale europeo che possono essere utilizzati per la riqualificazione del personale.A stringere l'assedio intorno ad azienda e governo anche le opposizioni, mentre i sindacati ribadiscono che il piano è da rifare.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech