venerdì 24 febbraio | 16:33
pubblicato il 11/mar/2012 05:11

Festival Cinema Roma/ Polemica su presunto maxicompenso Muller

Rinviato il Cda della Fondazione Cinema per Roma, Pd all'attacco

Festival Cinema Roma/ Polemica su presunto maxicompenso Muller

Roma, 11 mar. (askanews) - Fra indiscrezioni e smentite è ormai deflagrato il caso, l'ennesimo, intorno al Festival del Cinema di Roma, la kermesse cinematografica della Capitale. Dopo il rinvio del Cda della Fondazione Cinema per Roma, previsto per lunedì, che avrebbe dovuto formalizzare la nomina di Marco Muller alla direzione artistica del Festival, si è aperto il fuoco incrociato fra maggioranza e opposizione, sia a livello regionale che comunale. A scatenare le polemiche la motivazione che secondo molti si celerebbe dietro questo rinvio, ovvero le pretese economiche che l'ex direttore della Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia avrebbe avanzato per prendere il timone della manifestazione romana. Voci, però, smentite dal sindaco Gianni Alemanno: "Non c'e nessun problema di compenso con Marco Muller, ma solo un problema burocratico nell'organizzare bene il prossimo consiglio d'amministrazione". Parole che non hanno frenato la reazione dell'opposizione, pronta a dare battaglia. Per il consigliere Comunale del Pd Paolo Masini "In tempi di tagli ai servizi, aumento della tassa sulla casa, del biglietto dell'autobus e della tassa sui rifiuti, la cifra che il sindaco Alemanno e la presidente Polverini si accingono a dare al loro protetto Marco Muller è un vero schiaffo in faccia alla miseria e alla povera gente che non arriva alla fine del mese". Sulla stessa linea anche il consigliere regionale del Pd Enzo Foschi: "Dare a Marco Muller un milione e mezzo di euro come stipendio per fare il direttore artistico è solo una vergogna, non ci sono altre parole". La battaglia è dunque aperta, con lo stesso Masini che stamane ha annunciato: "Presenterò subito un'interrogazione urgente al sindaco per capire anche con quale faccia Marco Muller pretenderebbe una simile cifra fuori da ogni logica, un vero e proprio stipendio da nababbi. Inoltre sono pronto a mandare un esposto alla Corte dei conti per bloccare questo ennesimo scandalo della triade Muller-Alemanno-Polverini". L'ultima querelle sul Festival della Capitale arriva a soli pochi giorni dalla nomina di Paolo Ferrari alla presidenza della Fondazione cinema per Roma. Già in quell'occasione le polemiche non erano mancate con il Presidente della Provincia di Roma, Nicola Zingaretti, che, a differenza del sindaco Alemanno e della governatrice Polverini, aveva espresso voto contrario alla nomina.Una spaccatura che il 'caso' Muller potrebbe rendere ancor più profonda.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta protezione civile: in arrivo venti forti al Centro-Nord
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Berlusconi
Berlusconi a pm: minacce da olgettina, voleva 1 mln per tacere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech