venerdì 09 dicembre | 22:18
pubblicato il 27/apr/2011 14:30

Ferrero/ Una folla commossa per l'ultimo saluto a Pietro - punto

Alle esequie in duomo ad Alba anche il premier; benedizione Papa

Ferrero/ Una folla commossa per l'ultimo saluto a Pietro - punto

Alba (Cuneo), 27 apr. (askanews) - "Siamo tristi, delusi, attoniti, provati ma non smarriti, le sue doti umane sono l'eredità più preziosa per gli eredi, per i famigliari e per noi tutti". Così, dopo averne ricordato "la laboriosità, l'onestà, la rettitudine, la disponibilità e la sensibilità", il vescovo di Alba Giacomo Lanzetti, ha aperto intorno alle 11 la cerimonia funebre per Pietro Ferrero nel Duomo della cittadina in provincia di Cuneo. Poco prima il feretro del giovane industriale morto per un malore in Sudafrica mentre si allenava in bicicletta, la sua passione, era giunto nella basilica gotica scortato dai famigliari ed accolto da un lungo, sentito, applauso delle migliaia di cittadini che gremivano in un silenzio irreale piazza Risorgimento. Alle esequie, concelebrate dal vescovo di Alba insieme con il segretario di Stato Vaticano Tarcisio Bertone, oltre alle massime autorità civili e militari del Comune, Provincia e Regione, hanno partecipato, tra gli altri, il premier Silvio Berlusconi, giunto in compagnia del governatore piemontese Roberto Cota, la vicepresidente del Senato, Emma Bonino, il ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, il sottosegretario all'Interno Michelino Davico e il suo collega alle Infrastrutture Mino Giachino, il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, il sindaco di Torino Sergio Chiamparino, il presidente e ad di Mediobanca, Renato Pagliaro e Alberto Nagel, la regina del Belgio, Paola di Liegi e diversi esponenti di Confindustria. Erano presenti anche un centinaio di sindaci dei Comuni del Roero e delle Langhe. "Informato della mia venuta qui, il Santo Padre mi ha pregato di portarvi la sua benedizione apostolica e di assicurare a tutti il ricordo nella preghiera per ottenere pace e consolazione" ha annunciato il cardinale Bertone nella sua omelia, ricordando, tra l'altro, che "Pietro è stato una figura imprenditoriale esemplare, era un uomo che ha saputo incarnare le migliori qualità della nostra storia industriale, dell'eccellenza, della creatività e della valorizzazione del lavoro" e ha concluso sottolineando che "il suo esempio vive e vivrà in tutti coloro che ha amato". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Trovato a Roma cadavere,potrebbe essere giovane cinese scomparsa
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Immigrati
Papa: nel presepe rivediamo dramma dei migranti sui barconi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina