domenica 19 febbraio | 15:46
pubblicato il 19/giu/2013 20:49

Farmaci: in Pvs 30% sono contraffatti. Mini Lab per individuarli

Farmaci: in Pvs 30% sono contraffatti. Mini Lab per individuarli

(ASCA) - Roma, 19 giu - I medicinali al di sotto degli standard di qualita' farmaceutici e quelli contraffatti possono costituire un rischio mortale. L'Interpol, la piu' grande organizzazione di polizia internazionale del mondo, stima che circa il 30% di tutti i farmaci nei Paesi in via di sviluppo sia contraffatto o di qualita' scadente. La Global Pharma Health Fund (GPHF), organizzazione di beneficenza finanziata da Merck, e' impegnata nella lotta ai farmaci contraffatti e ha sviluppato il 'Minilab' per rilevare i farmaci contraffatti in modo rapido, semplice e affidabile.

Due valigie dal peso di circa 30 chilogrammi l'una contengono un gran numero di kit per i test che gli operatori sanitari pubblici nei Paesi in via di sviluppo possono utilizzare per ispezionare i prodotti farmaceutici. I campioni di riferimento sono utilizzati per verificare l'identita' e la concentrazione di 63 principi attivi in totale, compresi i farmaci anti-malarici, gli antibiotici, gli analgesici e gli antipiretici.

Le analisi sono rapide, non devono contare su fonti di alimentazione esterna e possono essere effettuate con semplice acqua potabile. Attualmente non esiste alcun prodotto paragonabile al Minilab. Ad oggi, il GPHF ha fornito 600 Minilab al prezzo di costo in oltre 80 Paesi. Piu' della meta' di questi Paesi e' in Africa, mentre un terzo si trova in Asia. La contraffazione dei farmaci e' un fenomeno di diffusione mondiale. Tutti i farmaci possono essere soggetti a contraffazione, che siano essi di marca oppure generici, medicinali salvavita oppure versioni generiche e poco costose di farmaci antidolorifici o antistaminici.

Nei Paesi piu' industrializzati, dotati di norme e sistemi di monitoraggio validi, l'incidenza delle medicine contraffatte e' estremamente bassa - meno dell'1% del valore di mercato, sulla base delle statistiche fornite dai Paesi interessati.

Si stima, invece, che in alcune aree di Asia, Africa e America Latina, i prodotti farmaceutici contraffatti compongano ben il 30% del mercato.

Inoltre, e' stato riscontrato che oltre il 50% dei farmaci acquistati su Internet da siti illegali, che nascondono il loro indirizzo fisico, era contraffatto.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Campidoglio
Raggi: vogliamo stadio della Roma ma nel rispetto della legge
Immigrati
Guardia costiera: oggi 358 migranti salvati nel Mediterrano
Cinema
Napoli ricorda Totò a 50 anni da morte con show e set ricreati
Terremoti
A Norcia consegnate le chiavi delle prime casette post-sisma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia