domenica 26 febbraio | 06:40
pubblicato il 04/apr/2013 18:04

Famiglia: mons. Laffitte, difficili matrimoni con differenze di culto

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 4 apr - I matrimoni con disparita' di culto presentano per gli sposi problemi ''spesso insuperabili''. Questa l'esperienza pratica che viene, ad esempio, nel caso di unioni tra sposi cristiani e induisti, buddisti o scintoisti. A intervenire sul tema dei matrimoni interreligiosi e interconfessionali, e' il Segretario del Pontificio Consiglio per la Famiglia, mons.

Jean Laffitte. ''Piu' diffusi - spiega il Segretario - sono, in Europa, in Medio Oriente e in alcuni Paesi dell'Asia, come Indonesia, Malesia e India, i matrimoni tra credenti delle religioni monoteiste, soprattutto tra cattolici e musulmani''. Perche' il matrimonio sia valido per la Chiesa cattolica, occorre una dispensa espressa di impedimento, concessa ove vi sia ''un accordo tra le parti sui fini e sulle proprieta' essenziali del matrimonio. Il coniuge di fede cattolica porta a conoscenza dell'altro il proprio impegno a mantenere e vivere la propria fede, battezzare i figli ed educarli nella Chiesa cattolica''. Nelle unioni islamo-cristiane, spesso la difficolta' viene alla luce fin dall'inizio. ''La tradizione islamica esige che i figli dei musulmani siano educati nella religione del padre musulmano''. E ''nei Paesi in cui vige la legge islamica, il matrimonio tra cristiani e musulmani e' addirittura vietato''. Perlopiu', i problemi emergono nel corso della vita coniugale e della famiglia, nel tempo, relativamente alla concezione della donna e dell'educazione dei figli. Tuttavia, esistono ''esperienze positive, nei Paesi in cui c'e' stata una lunga coabitazione delle due religioni, come in Libano''. Meno complicati, invece, i cosiddetti matrimoni misti, cioe' tra cristiani di diverse confessioni. ''Le coppie miste, i matrimoni tra battezzati, per esempio, tra cattolici e ortodossi o protestanti - ha affermato mons. Laffitte - non presentano particolari problemi, e sono molto diffusi. In Germania, le famiglie composte da cattolici e luterani sono la meta' della popolazione''. gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Spari davanti a discoteca di Roma: un fermato e un denunciato
Maltempo
Allerta temporali su Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia
Terrorismo
Isis, espulsi 2 tunisini: uno era tra i contatti di Amri
Papa
Papa ai parroci: siate vicini ai giovani che scelgono di convivere
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech