martedì 24 gennaio | 04:49
pubblicato il 04/apr/2013 18:04

Famiglia: mons. Laffitte, difficili matrimoni con differenze di culto

(ASCA) - Citta' del Vaticano, 4 apr - I matrimoni con disparita' di culto presentano per gli sposi problemi ''spesso insuperabili''. Questa l'esperienza pratica che viene, ad esempio, nel caso di unioni tra sposi cristiani e induisti, buddisti o scintoisti. A intervenire sul tema dei matrimoni interreligiosi e interconfessionali, e' il Segretario del Pontificio Consiglio per la Famiglia, mons.

Jean Laffitte. ''Piu' diffusi - spiega il Segretario - sono, in Europa, in Medio Oriente e in alcuni Paesi dell'Asia, come Indonesia, Malesia e India, i matrimoni tra credenti delle religioni monoteiste, soprattutto tra cattolici e musulmani''. Perche' il matrimonio sia valido per la Chiesa cattolica, occorre una dispensa espressa di impedimento, concessa ove vi sia ''un accordo tra le parti sui fini e sulle proprieta' essenziali del matrimonio. Il coniuge di fede cattolica porta a conoscenza dell'altro il proprio impegno a mantenere e vivere la propria fede, battezzare i figli ed educarli nella Chiesa cattolica''. Nelle unioni islamo-cristiane, spesso la difficolta' viene alla luce fin dall'inizio. ''La tradizione islamica esige che i figli dei musulmani siano educati nella religione del padre musulmano''. E ''nei Paesi in cui vige la legge islamica, il matrimonio tra cristiani e musulmani e' addirittura vietato''. Perlopiu', i problemi emergono nel corso della vita coniugale e della famiglia, nel tempo, relativamente alla concezione della donna e dell'educazione dei figli. Tuttavia, esistono ''esperienze positive, nei Paesi in cui c'e' stata una lunga coabitazione delle due religioni, come in Libano''. Meno complicati, invece, i cosiddetti matrimoni misti, cioe' tra cristiani di diverse confessioni. ''Le coppie miste, i matrimoni tra battezzati, per esempio, tra cattolici e ortodossi o protestanti - ha affermato mons. Laffitte - non presentano particolari problemi, e sono molto diffusi. In Germania, le famiglie composte da cattolici e luterani sono la meta' della popolazione''. gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4