lunedì 27 febbraio | 05:25
pubblicato il 13/nov/2013 11:11

Famiglia: Istat, quasi 85mila matrimoni civili nel 2012, +4500 su 2011

Famiglia: Istat, quasi 85mila matrimoni civili nel 2012, +4500 su 2011

(ASCA) - Roma, 13 nov - Nel 2012 sono stati celebrati con il rito civile 84.841 matrimoni, circa 4.500 in piu' rispetto all'anno precedente ma ancora 5.741 in meno rispetto al 2008 (-6,3%). Questa differenza negativa rispetto ai massimi toccati cinque anni prima e' dovuta quasi totalmente alla riduzione dei matrimoni con almeno uno sposo straniero, ben 5.362 in meno rispetto al 2008 (-16,8%). In termini relativi, tuttavia, la percentuale dei matrimoni celebrati civilmente continua a crescere: siamo passati infatti dal 37% nel 2008 al 39% nel 2011, al 41% del 2012. Lo rivela l'indagine Istat sul 'matrimonio in Italia' relativa al 2012 e presentata questa mattina e nella quale si specifica che il dato medio nazionale nasconde profonde differenze territoriali.

Al Nord, infatti, per il secondo anno consecutivo, la quota di matrimoni celebrati con il rito civile (53,4%) ha superato quelli religiosi; al Centro si arriva al 49,4%, mentre nel Mezzogiorno questa proporzione e' del 24,5%. La scelta sempre piu' frequente del rito civile e' da attribuire in parte alla crescente diffusione dei matrimoni successivi al primo e dei matrimoni con almeno uno sposo straniero e riguarda sempre piu' spesso anche le prime unioni: nel 2012 il 31,5% delle nozze tra celibi e nubili e' stato celebrato in questo modo (55.076 nozze). Nel 2012 scelgono di celebrare le prime nozze con il rito civile il 31% degli sposi italiani che risiedono al Nord, il 30% di quelli che risiedono al Centro e il 16% degli sposi residenti nel Mezzogiorno. A livello provinciale, poi, la piu' alta proporzione di matrimoni civili si celebra a Livorno e a Trieste (rispettivamente 62,7% e 61,8%), a Ferrara (59%), a Grosseto (58,8%), a Genova e La Spezia (rispettivamente 57,9% e 57,7%) e a Bolzano (57,6%). Queste stesse province si trovano in larga parte anche ai vertici della graduatoria relativa alla quota di primi matrimoni civili tra sposi italiani per cento primi matrimoni di italiani. In testa sempre Livorno (54,2%), seguita da Bolzano (49,3%), Ferrara e Grosseto (rispettivamente 44,3%, e 43,1%).

red/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech