sabato 10 dicembre | 14:04
pubblicato il 14/ott/2013 13:46

Expo2015: Mibact, al via progetto per digitalizzare offerta turistica

(ASCA) - Roma, 14 ott - Su iniziativa dell'unita' per l'attuazione dell'Agenda digitale della presidenza del Consiglio dei ministri e del ministero dei Beni e delle Attivita' culturali e del turismo (Mibact), Expo2015 e Enit hanno chiuso un accordo per dare il via a una serie di azioni concrete per digitalizzare l'industria turistica. Lo comunica il Mibact in una nota sottolineando che Expo2015 e Agenda digitale rappresentano due grandi opportunita' per il rilancio, la crescita e l'innovazione del paese e un'opportunita' strategica per la promozione dell'offerta turistica italiana e per lo sviluppo tecnologico a supporto degli operatori del settore. Da una parte e' stato dato il via al primo registro digitale delle strutture ricettive, uno strumento che sara' promosso dall'Enit per diventare il riferimento unico nazionale e che verra' redatto secondo gli standard selezionati tra quelli piu' utilizzati dagli operatori a livello internazionale. Dall'altra, Expo2015 ed Enit hanno concordato che il registro digitale sara' parte dell'ecosistema digitale E015 affiancando cosi' altri importanti progetti di standardizzazione del prodotto turistico avviati dalla regione Lombardia e dalla Camera di Commercio di Milano.

''La digitalizzazione dell'industria turistica e' un aspetto primario di competitivita' in un mercato globale che attraverso la rete raggiunge un pubblico vastissimo'', commenta il sottosegretario Simonetta Giordani. ''Quest'anno il numero di viaggiatori nel mondo ha superato il miliardo di persone, l'Italia e' vista come la prima tra le destinazioni piu' desiderate e per questo dobbiamo saper cogliere al meglio l'occasione dell'Expo per colmare il digital divide e adeguare la filiera all'innovazione tecnologica''.

Secondo Francesco Caio, commissario del Governo per l'attuazione dell'Agenda digitale ''quanto annunciato oggi per il settore turistico diventa il paradigma per molti altri campi. Definito lo standard sono poi privati e istituzioni a sviluppare applicazioni e servizi, sapendo pero' che l'interoperabilita' e' garantita. In altre parole, noi assicuriamo agli operatori un campo regolamentare e fissiamo le regole, cosi' che si possa giocare sul web una partita alla pari con gli altri''.

Anche per il commissario unico per Expo Milano 2015, Giuseppe Sala, ''l'istituzione di un registro digitale del turismo offre un valore aggiunto all'Esposizione universale, perche' consente di sistematizzare l'offerta che il nostro paese mette a disposizione di milioni di visitatori provenienti da ogni parte del mondo. L'anagrafe digitale turistica presentata oggi - aggiunge il commissario di Expo 2015 - risponde perfettamente al piano delle attivita' che stiamo sviluppando nel contesto di un ecosistema digitale integrato''.

com-stt/rus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Natale
Albero rosso e oro per il Natale alla Galleria Alberto Sordi
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina