martedì 24 gennaio | 00:17
pubblicato il 28/mar/2011 19:30

Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

Viceministro proponeva esclusione ditte calabresi da appalti

Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, risponde al viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, esponente della Lega nord, che nei giorni scorsi ha suggerito di escludere le imprese calabresi dalle gare di appalto bandite per l'Expo 2015 a Milano."Da Saviano a Gratteri a Vendola, ormai sembra un'abitudine sparare sul Nord - aveva dichiarato Castelli in un'intervista - si dà per assodata per i grandi lavori dell'Expo 2015 la minaccia di infiltrazioni mafiose. Per questo lancio una proposta: evitiamo per decreto che a partecipare siano aziende che possano essere collegate con la 'ndrangheta. In poche parole escludiamo le ditte calabresi".

Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Maltempo
Maltempo, Sicilia in ginocchio: un morto nel Palermitano
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Digital Magics cede partecipazione in ProfumeriaWeb a Free Bird
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Tutti a Montefalco per l'Anteprima Sagrantino
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Sugli sci trainati dal drone: arriva il droneboarding
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4