lunedì 27 febbraio | 17:33
pubblicato il 28/mar/2011 19:30

Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

Viceministro proponeva esclusione ditte calabresi da appalti

Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, risponde al viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, esponente della Lega nord, che nei giorni scorsi ha suggerito di escludere le imprese calabresi dalle gare di appalto bandite per l'Expo 2015 a Milano."Da Saviano a Gratteri a Vendola, ormai sembra un'abitudine sparare sul Nord - aveva dichiarato Castelli in un'intervista - si dà per assodata per i grandi lavori dell'Expo 2015 la minaccia di infiltrazioni mafiose. Per questo lancio una proposta: evitiamo per decreto che a partecipare siano aziende che possano essere collegate con la 'ndrangheta. In poche parole escludiamo le ditte calabresi".

Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech