domenica 11 dicembre | 12:45
pubblicato il 28/mar/2011 19:30

Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

Viceministro proponeva esclusione ditte calabresi da appalti

Expo 2015, Gratteri: Castelli non ha capito niente di 'ndrangheta

Nicola Gratteri, procuratore aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, risponde al viceministro alle Infrastrutture Roberto Castelli, esponente della Lega nord, che nei giorni scorsi ha suggerito di escludere le imprese calabresi dalle gare di appalto bandite per l'Expo 2015 a Milano."Da Saviano a Gratteri a Vendola, ormai sembra un'abitudine sparare sul Nord - aveva dichiarato Castelli in un'intervista - si dà per assodata per i grandi lavori dell'Expo 2015 la minaccia di infiltrazioni mafiose. Per questo lancio una proposta: evitiamo per decreto che a partecipare siano aziende che possano essere collegate con la 'ndrangheta. In poche parole escludiamo le ditte calabresi".

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina