lunedì 05 dicembre | 13:38
pubblicato il 03/feb/2012 10:20

Evasione fiscale, nei guai patron della Mexoil a Nocera Inferiore

Frode per 100 mln di euro. Il gruppo era legato anche alla F1

Evasione fiscale, nei guai patron della Mexoil a Nocera Inferiore

Milano, 3 feb. (askanews) - Oltre 20 milioni di litri di olii lubrificanti venduti in nero, avevano fruttato a un noto imprenditore di Nocera Inferiore, nel Salernitano, proventi illeciti per oltre 100 milioni di euro, per lo più grazie alle imposte evase. Il responsabile, Giuseppe De Marinis, titolare della "Mexoil" ed ex presidente della Nocerina calcio, già arrestato nell'estate 2011, è stato denunciato a piede libero per reati fiscali e violazione delle norme sulle accise dalla Guardia di Finanza di Napoli, assieme a diversi dirigenti del suo gruppo industriale, uno dei più grandi in Italia nel settore del commercio di oli lubrificanti per motori, legato anche al mondo della Formula 1.Le Fiamme gialle hanno anche accertato che, grazie alla connivenza di società di comodo in Italia e all'estero, la compravendita fittizia di oli lubrificanti era estesa anche in campo internazionale: in alcuni casi i prodotti venivano importati, in particolare, dalla Spagna, come "vegetali" non soggetti all'imposta di consumo e successivamente immessi sul mercato nero senza pagare le relative tasse.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari