mercoledì 07 dicembre | 16:13
pubblicato il 20/giu/2012 14:01

Euro/Italiani su Internet, usa carta credito poco più della metà

Uso contante costa dieci miliardi, ma sei su dieci non lo sanno

Euro/Italiani su Internet, usa carta credito poco più della metà

Milano, 20 giu. (askanews) - Quasi tutti posseggono la carta di credito (96 per cento) ma solo il 57 per cento degli italiani che utilizzano Internet la utilizza frequentemente. Lo rivela la ricerca Ispo, presentata oggi in occasione della seconda edizione del "No cash day", il primo evento internazionale dedicato alla riduzione dei sistemi di pagamento elettronico". Secondo il sondaggio "Cash? No grazie. Sempre più italiani tradiscono il contante", rappresentativo della popolazione italiana che naviga su Internet e presentato oggi a Palazzo Pirelli da Renato Mannheimer, circa l'ottanta per cento degli intervistati si dichiara molto o abbastanza favorevole ai sistemi di pagamento elettronico, anche se solo il 37 per cento del campione (quota che cresce col crescere dell'età) è a conoscenza del fatto che i contanti costano al sistema-Paese oltre 10 miliardi di euro l'anno. Secondo Dave Birch, l'inventore del Digital Forum di Londra e uno dei maggiori esperti in materia di moneta digitale, entro il 2050 l'utilizzo del contante diventerà "un'attività assolutamente minoritaria, in quanto le operazioni no cash registrano un tasso di crescita annuale del 6 per cento in Europa e del 5 nel Nord Europa". Secondo i dati forniti da Birch, i quattro quinti dei 388 miliardi di transazioni europee al dettaglio sono ancora regolati in contanti e il costo totale dell'accettazione, distribuzione, gestione, movimentazione, trattamento e riciclo dei contanti viene stimato in 84 miliardi: questo rappresenta lo 0.6 del Pil, oppure 130 euro per singolo europeo. E potrebbe sssere un dato basso: una stima di McKinsegy lo eleva a circa 200 a persona. Tra gli internauti italiani, secondo la ricerca, il 79 per cento del campione è d'accordo che per contenere i costi del contante è necessario incentivare l'utilizzo della moneta elettronica. E la maggioranza degli intervistati concorda con la necessitò di incentivare commercianti, artigiani e studi professionali a dotarsi di lettori di carte di credito per i pagamenti. Gli organizzatori del "No cash day" invitano tutti gli italiani ad effettuare una scelta responsabile e a evitare, se possibile, di utilizzare il contante.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Camorra
Intreccio camorra-politica: 11 arresti in Irpinia
Droga
Frosinone, blitz antidroga di Polizia e Carabinieri: 50 arresti
Sicurezza
Gabrielli: militari non c'entrano con controllo territorio
Papa
Papa: Stato laico meglio che confessionale, ma no laicismo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni