venerdì 20 gennaio | 08:50
pubblicato il 20/giu/2012 14:01

Euro/Italiani su Internet, usa carta credito poco più della metà

Uso contante costa dieci miliardi, ma sei su dieci non lo sanno

Euro/Italiani su Internet, usa carta credito poco più della metà

Milano, 20 giu. (askanews) - Quasi tutti posseggono la carta di credito (96 per cento) ma solo il 57 per cento degli italiani che utilizzano Internet la utilizza frequentemente. Lo rivela la ricerca Ispo, presentata oggi in occasione della seconda edizione del "No cash day", il primo evento internazionale dedicato alla riduzione dei sistemi di pagamento elettronico". Secondo il sondaggio "Cash? No grazie. Sempre più italiani tradiscono il contante", rappresentativo della popolazione italiana che naviga su Internet e presentato oggi a Palazzo Pirelli da Renato Mannheimer, circa l'ottanta per cento degli intervistati si dichiara molto o abbastanza favorevole ai sistemi di pagamento elettronico, anche se solo il 37 per cento del campione (quota che cresce col crescere dell'età) è a conoscenza del fatto che i contanti costano al sistema-Paese oltre 10 miliardi di euro l'anno. Secondo Dave Birch, l'inventore del Digital Forum di Londra e uno dei maggiori esperti in materia di moneta digitale, entro il 2050 l'utilizzo del contante diventerà "un'attività assolutamente minoritaria, in quanto le operazioni no cash registrano un tasso di crescita annuale del 6 per cento in Europa e del 5 nel Nord Europa". Secondo i dati forniti da Birch, i quattro quinti dei 388 miliardi di transazioni europee al dettaglio sono ancora regolati in contanti e il costo totale dell'accettazione, distribuzione, gestione, movimentazione, trattamento e riciclo dei contanti viene stimato in 84 miliardi: questo rappresenta lo 0.6 del Pil, oppure 130 euro per singolo europeo. E potrebbe sssere un dato basso: una stima di McKinsegy lo eleva a circa 200 a persona. Tra gli internauti italiani, secondo la ricerca, il 79 per cento del campione è d'accordo che per contenere i costi del contante è necessario incentivare l'utilizzo della moneta elettronica. E la maggioranza degli intervistati concorda con la necessitò di incentivare commercianti, artigiani e studi professionali a dotarsi di lettori di carte di credito per i pagamenti. Gli organizzatori del "No cash day" invitano tutti gli italiani ad effettuare una scelta responsabile e a evitare, se possibile, di utilizzare il contante.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, recuperata una vittima
Maltempo
Valanga su hotel, circa 30 dispersi: "Diversi i morti"
Maltempo
Valanga su hotel, vigili fuoco: distrutto, parti non esistono più
Maltempo
Prot. Civile: due le vittime accertate all'Hotel Rigopiano
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Alibaba diventa partner delle Olimpiadi fino al 2028
TechnoFun
Italiaonline si conferma prima internet company italiana
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale