sabato 03 dicembre | 17:00
pubblicato il 13/mag/2013 20:01

Eternit: pm Guariniello chiede 20 anni di carcere per i due imputati

(ASCA) - Torino, 13 mag - Vent'anni di reclusione. Il pm Raffaele Guariniello ha confermato, di fronte alla corte d'appello di Torino, la richiesta di primo grado per Stephan Schmidheiny e Jean Louis De Cartier de Marchienne, accusati di disastro ambientale doloso permanente e omissione dolosa di cautele antinfortunistiche, per le circa tremila vittime ammalatesi o uccise dalle patologie provocate dalle fibre di amianto lavorate negli stabilimenti italiani della Eternit, di cui il magnate svizzero e il barone belga erano proprietari. In primo grado i due imputati furono condannati a 16 anni. ''Un'unica regia'' secondo il pm aveva fatto si' che la produzione dell'amianto venisse proseguita malgrado se ne conoscesse la pericolosita'. eg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari