domenica 22 gennaio | 07:25
pubblicato il 13/mag/2013 20:01

Eternit: pm Guariniello chiede 20 anni di carcere per i due imputati

(ASCA) - Torino, 13 mag - Vent'anni di reclusione. Il pm Raffaele Guariniello ha confermato, di fronte alla corte d'appello di Torino, la richiesta di primo grado per Stephan Schmidheiny e Jean Louis De Cartier de Marchienne, accusati di disastro ambientale doloso permanente e omissione dolosa di cautele antinfortunistiche, per le circa tremila vittime ammalatesi o uccise dalle patologie provocate dalle fibre di amianto lavorate negli stabilimenti italiani della Eternit, di cui il magnate svizzero e il barone belga erano proprietari. In primo grado i due imputati furono condannati a 16 anni. ''Un'unica regia'' secondo il pm aveva fatto si' che la produzione dell'amianto venisse proseguita malgrado se ne conoscesse la pericolosita'. eg/mau/alf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4