lunedì 05 dicembre | 16:11
pubblicato il 03/giu/2013 16:26

Eternit: nessun risarcimento per Inail, 31 mln a Casale Monferrato

(ASCA) - Torino, 3 giu - Nei risarcimenti alle parti civili disposti dalla Corte d'Appello presieduta da Alessandro Ogge' del processo Eternit spicca quello stabilito per il comune di Casale Monferrato, quello piu' colpito dalla strage della multinazionale dell'amianto con almeno meta' delle vittime complessive: la Corte d'Appello ha infatto sancito un risarcimento di 30,9 milioni di euro, la stessa cifra chiesta di legali del comune alessandrino, a fronte dei 25 stabiliti in primo grado. Ha destato invece stupore il mancato riconoscimento all'Inail che, come sottolinea Nicola Pondrano presidente del Fondo vittime dell'amianto, aveva gia' promosso azioni di recupero molto dispendiose. Alla regione Piemonte sono stati attribuiti 20 milioni.

Poi, 100 mila euro per ogni sindacato ammesso come parte civile e 70 mila euro per le associazioni ambientaliste Wwf e Legambiente. Per i familiari delle vittime sono stati riconosciuti 30 mila euro ciascuno. eg/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari