domenica 04 dicembre | 11:14
pubblicato il 26/ago/2013 10:02

Estate: Coldiretti, vademecum contro le intossicazioni alimentari

Estate: Coldiretti, vademecum contro le intossicazioni alimentari

(ASCA) - Roma, 26 ago - Rischio di intossicazione alimentare al rientro dalle vacanze. E' l'allarme lanciato dalla Coldiretti che ha stilato un manuale di sopravvivenza per il rientro dalle ferie, con l'obiettivo di fare le verifiche necessarie a garantire l'integrita' dei cibi che si portano a tavola. Una particolare attenzione - sottolinea la Coldiretti in una nota - deve essere riservata al controllo della funzionalita' del freezer e del congelatore per sincerarsi che non vi siano state interruzioni del funzionamento.

A questo proposito - precisa la Coldiretti - lo sviluppo di ghiaccio sulle confezioni esterne di surgelati o anche della carne sta a indicare che e' avvenuta una interruzione del freddo ed e' quindi consigliabile non consumare i prodotti interessati. All'interno del frigorifero vanno eliminate le confezioni gia' aperte di latte, succhi di frutta o conserve come pure quelle di tonno e sottoli se l'olio non copre integralmente il prodotto.

Anche le vaschette di yogurt che si presentano gonfie in modo anomalo sono pericolose perche' possono essersi verificate fermentazioni indesiderate.

Eliminare in ogni caso gli omogeneizzati gia' aperti e anche - continua la Coldiretti - i salumi gia' affettati che presentano segni di ossidazione come pure gli eventuali ''avanzi'' dimenticati alla partenza. Un consiglio che, a maggior ragione, va seguito se i prodotti gia' aperti sono stati lasciati fuori dal frigorifero di casa. Occhio anche all'eventuale sviluppo di muffe su formaggi o salumi e per tutti gli alimenti in scatola con le confezioni integre, collocati sia fuori che dentro il frigo, prima di un eventuale consumo vanno sempre verificate le date di scadenza e il periodo consigliato per il consumo.

Frutta e verdura devono essere controllati eliminando i pezzi avariati che fanno marcire anche gli altri. Nei legumi gia' sgusciati potrebbero nascondersi insetti mentre nelle confezioni gia' aperte la perdita di fragranza per biscotti o snack sta a significare l'assorbimento di umidita'. Anche il portapane - sottolinea la Coldiretti - va controllato perche' il permanere di residui o briciole puo' favorire le formiche o gli scarafaggi che spesso si annidano anche nella spazzatura se non e' stata eliminata prima delle vacanze. La presenza di insetti, che si manifestano con larve o minuscole farfalline, puo' riguardare anche - conclude la Coldiretti - le confezioni gia' aperte di riso o pasta nelle quali si possono sviluppare muffe.

red/lus

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari