sabato 03 dicembre | 01:49
pubblicato il 13/ago/2013 16:05

Estate: Coldiretti, 3 italiani su 4 accenderanno la griglia

Estate: Coldiretti, 3 italiani su 4 accenderanno la griglia

(ASCA) - Roma, 13 ago - Tre famiglie italiane su quattro (74%) colgono l'occasione dell'estate per partecipare alle tradizionali grigliate al mare, in montagna, nei parchi, in campagna o nelle case dotate di spazi adeguati. E' quanto emerge da un sondaggio on line condotto dal sito della Coldiretti, da cui emerge una grande passione degli italiani per la cucina all'aria aperta che trova la massima espressione proprio con il Ferragosto.

Per avere un'ottima cottura - sottolinea Coldiretti - sia che si predispongano grigliate di carne, di pesce o di verdure, il consiglio di base e' quello di ricorrere a materie prime di qualita', molto meglio se Made in Italy, che garantiscono freschezza e genuinita'. I tagli di carni bovine italiane, a partire da quelli delle razze bianche come Chianina, Maremmana, Marchigiana, Podolica e Romagnola sono perfetti per essere arrostiti alla griglia, ma anche la braciola di maiale e le salsicce di suino italiano hanno caratteristiche qualitative inappuntabili. Per non parlare delle verdure estive che ben si prestano ad accompagnare la carne o il pesce grigliato, impegnando il calore residuo reso disponibile dal barbecue dopo la cottura principale. Un perfetto posizionamento del barbecue lontano da luoghi a rischio incendio e' la prima operazione necessaria per poter lavorare in sicurezza e con i migliori risultati.

Coldiretti consiglia un piano d'appoggio stabile e sicuro con una strumentazione adeguata: graticola, pinze, pennello e guanti. Norma fondamentale e' che il barbecue non puo' mai essere lasciato incustodito, ma deve essere vigilato a vista soprattutto in presenza di bambini che vanno tenuti a debita distanza. Per realizzare una buona brace - continua Coldiretti - e' consigliabile impiegare della carbonella di qualita'. Il legno puo' trasmettere dei profumi al cibo, ma anche rovinarne i sapori se troppo ricco di resina. La cottura delle pietanze deve essere avviata soltanto quando le fiamme sono sparite: l'ideale - precisa Coldiretti - e' la carbonella ardente coperta da cenere spenta. Anche il posizionamento della griglia e la sua distanza dalla carbonella deve tener conto della forza del calore emanato.

E' buona norma non rigirare continuamente le pietanze sulla griglia, evitando di bucare la carne per vedere se e' cotta.

Dopo la cottura i cibi vanno poi sistemati su un tagliere di legno con bordi scanalati e fatti riposare qualche secondo prima del taglio. Infine, spegnere la carbonella per scongiurare il rischio che qualche scintilla caduta su vegetazione secca possa innescare un incendio.

red/did/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari