venerdì 02 dicembre | 19:39
pubblicato il 02/ago/2013 19:11

Estate: Assiv, furti in casa cresciuti del 67% in sei anni

(ASCA) - Roma, 2 ago - Crescono in maniera costante furti e rapine nelle abitazioni italiane. I dati elaborati dall'Assiv, l'associazione della vigilanza privata aderente a Confindustria, sulla base delle cifre raccolte dal Ministero dell'Interno mostrano che nel periodo 2006-2012 i furti nelle abitazioni sono cresciuti del 67% salendo da 141.601 a 236.615. Nell'ultimo anno, informa una nota dell'associazione, la crescita piu' rilevante di furti denunciati e' stata registrata nelle provincia di Trento (+70,2%), seguita da quelle di Ragusa (+55,7%) e Messina (+53,3%), mentre in rapporto al numero degli abitanti il primato e' della provincia di Lucca (745 furti ogni 100 mila abitanti), seguita da Savona (650 furti) e da Pavia (649 furti). In termini assoluti le provincie che nel 2012 hanno denunciato il piu' alto numero di furti in abitazione sono, ovviamente, quelle piu' popolate: Milano (18.057 furti), Roma (15.230) e Torino (13.483). L'estate, come e' noto, e' la stagione piu' a rischio, soprattutto per chi parte lasciando incustodita la casa in citta'. Le indagini Istat rilevano che gli accessi piu' usati dai ladri sono finestra, balcone, garage o porta lasciata aperta (34% dei casi), segue lo scardinamento della porta (27%) o la forzatura di una finestra (12%). Gioielli e pellicce, obiettivo del 53% dei furti, sono il bottino piu' ricercato, seguito dal denaro contante (52,2%) e, a distanza, da televisori, computer, macchine fotografiche, cellulari ecc. con circa il 25% dei furti. In vista dell'esodo estivo, l'Assiv ricorda alcune precauzioni utili per evitare brutte sorprese al ritorno delle vacanze: evitare di utilizzare per la segreteria telefonica la formula ''siamo assenti'' ma preferire ''in questo momento non possiamo rispondere; mettere solo il cognome sia sul citofono che sulla cassetta, per evitare di indicare il numero effettivo di inquilini; se si sta via a lungo, e' meglio non far accumulare la posta nella cassetta, chiedendo a un vicino di ritirarla; in assenza di misure antintrusione, fotografare tutti gli oggetti di valore contenuti in casa allo scopo, in caso di furto, di avere piu' probabilita' di ritrovarli in mezzo al bottino recuperato dalla polizia in qualche retata; attivare un servizio di pronto intervento su allarme che assicuri un rapido intervento sul posto di una guardia giurata armata, evitando quindi i gravi rischi derivanti da un intervento personale da parte di familiari o amici cui vengono affidate le chiavi e di avere brutte sorprese che rovinano le vacanze.

com-fch

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Inchiesta Roma
Mafia Capitale, altro processo: chiesto giudizio per 24 persone
Criminalità
Roma, imprenditore sequestrato e seviziato per usura: 3 arresti
Censis
Censis: paura degli stranieri, immigrazione preoccupa 44% italiani
Censis
Bullismo, oltre metà 11-17enni ha subìto comportamenti offensivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari