domenica 22 gennaio | 23:28
pubblicato il 20/mag/2013 14:02

E.Romagna/Sisma: Gabrielli, fatto tutto possibile. Tempi lunghi aiuti

E.Romagna/Sisma: Gabrielli, fatto tutto possibile. Tempi lunghi aiuti

(ASCA) - Roma, 20 mag - ''Per le condizoni date e per gli strumenti a nostra disposizione, credo prorpio che abbiamo fatto tutto quello che era possibile fare''. Lo ha detto, intervenendo alla trasmissione di Radio 1 'Prima di tutto', il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, in riferimento al sisma che un anno fa ha colpito l'Emilia Romagna, la Lombardia e il Veneto.

''L'Emilia e' un cantiere nel quale la gente sta riprendendo, ovviamente con tutti i problemi creati dal sisma, problemi aggravati dalla condizione del paese, non certo florida'' ha osservato Gabrielli il quale non ritiene che le critiche avanzate dal prsidente della regione Emilia Romagna, Vasco errani, siano riferite al sistema di protezione civile. Al contrario, ''la critiche, che condivido, sono rivolte al sistema di erogazione delle risorse, un problema che affligge tutti i post-eventi calamitosi, da quello dell'Emilia, al Mantovano, al Rodigino.

Su questo punto - ha sottolineato Gabrielli - ho insistito molto col presidente Letta: chi ha sofferto drammi di questa gravita' non puo' permettersi tempistiche inadeguate per la risoluzione dei loro gravissimi problemi, tempistiche che con l'emergenza non hanno nulla a che vedere. E gli amministratori locali rivestono il delicato compito di fare front-office tra le esigenze della gente e le richieste che vanno poi indirizzate alle strtutture regionali e statuali''.

Secondo Gabrielli ''il tema fondamentale resta quello della tempestivita' negli interventi sotto il profilo delle risorse. Anche perche' in tutti i casi, ultimo l'Emilia, si tratta di popolazioni e cittadini che non stanno con le mani in mano, ma laboriosi e pronti al sacrificio. E meritano interventi immediati''.

''Mi preme sottolineare - conclude Gabrielli - l'importanza della prevenzione. Se in questo paese, non si prendera' coscienza che la prevenzione di un evento e' il modo migliore, la politica giusta per attenuarme le ripercussioni e i danni, la nostra sara' una emergenza continua'', ha chiuso il capo della Protezione civile.

red-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Maltempo
Valanga hotel Rigopiano, il numero dei dispersi sale a 24
Terremoti
Terremoto, pres. Grandi rischi: dighe Campotosto rischio Vajont
Terremoti
Enel: diga Campotosto sicura ma deciso un ulteriore svuotamento
Maltempo
Hotel Rigopiano, Curcio: c'è speranza di trovare dispersi vivi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4