domenica 11 dicembre | 09:08
pubblicato il 27/set/2011 11:39

Ercolano, i turisti accolti dai rifiuti all ingresso degli scavi

Pessimo biglietto da visita per il sito archeologico

Ercolano, i turisti accolti dai rifiuti all ingresso degli scavi

Questo è il benvenuto che i turisti ricevono arrivando a visitare il sito archeologico di Ercolano: come biglietto da visita un enorme cumulo di rifiuti a venti metri dall ingresso storico degli Scavi in corso Resina. Centinaia di sacchetti d immondizia in via di putrefazione sono abbandonati sulla strada. Le migliaia di turisti che quotidianamente visitano il complesso archeologico restano stupiti.Qualcuno ha esposto un cartello per invitare la popolazione a depositare i rifiuti dietro l'angolo per ridurre l'impatto visivo, ma la situazione di fatto non cambia.Dentrom, l'area archeologica è un gioiello architettonico senza pari, ma appena fuori dalle mura di cinta lo spettacolo è questo.C è chi si ferma a fotografare il cumulo d immondizia, chi invece si lamenta e chi, invece, colpito dalla bellezza degli scavi dice che è tutto ok.Per gli abitanti bisogna rivedere il servizio di raccolta rifiuti, per evitare la fuga dei turisti, visto che le visite hanno già registrato un forte calo per la crisi economica.

Gli articoli più letti
Musica
Al Bano colpito da infarto e operato. "Ora sto bene"
Papa
Papa: cambiamenti climatici aggravati da negligenza umana
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina