giovedì 08 dicembre | 17:09
pubblicato il 22/apr/2012 16:43

Energia, i sensori che "ascoltano" la casa e fanno risparmiare

L'idea di un ricercatore della Washington University

Energia, i sensori che "ascoltano" la casa e fanno risparmiare

Washington, (askanews) - Ogni casa ha la sua voce e riconoscerla potrebbe far risparmiare soldi ed energia. L'idea è del ricercatore dell'Università di Washington Shwetak Patel che insieme con il suo team ha ideato un sistema di sensori da piazzare vicino a prese, elettrodomestici e rubinetti. I chip registrano ogni minimo rumore degli apparecchi, rilevano i cambiamenti anche minimi della pressione dell'acqua, salvando poi tutto in una sorta di diario virtuale sempre aggiornato delle abitudini energetiche della famiglia. Un modo per tenere sotto controllo in automatico i consumi."La gente dice 'Vorrei davvero risparmiare energia ma non so come fare' - dice Patel - noi aiutiamo le persone a prendere decisioni migliori perché diciamo loro su cosa devono concentrarsi". In questo modo secondo Patel si potranno ridurre gli sprechi con maggiore cognizione di causa, ascoltando con attenzione tutto quello che le case hanno da dire.

Gli articoli più letti
Immigrati
A Pozzallo sbarcati 573 migranti: duecento soccorsi in ipotermia
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni