martedì 24 gennaio | 12:39
pubblicato il 19/feb/2014 16:46

Energia: Cia, da incentivi biometano nuove opportunita' aziende agricole

Energia: Cia, da incentivi biometano nuove opportunita' aziende agricole

(ASCA) - Roma, 19 feb 2014 - Il decreto per l'incentivazione al biometano apre nuove opportunita' per le aziende agricole italiane, dando impulso a una filiera ad alta intensita' lavorativa e consentendo alle imprese del settore di integrare il reddito, producendo cibo ed energia in modo sostenibile. Lo afferma in una nota la Confederazione italiana agricoltori (Cia), che ha presenatto al Mipaaf dei ''Quaderni delle agroenergie'' a cura di Enama.

I ''Quaderni'' sono una sorta di guida pratica e di orientamento per il mondo agricolo circa le novita' introdotte dal testo normativo, in particolare dal decreto sul biometano approvato a dicembre, che e' frutto di un grande lavoro di squadra a cui l'Aiel, l'Associazione italiana energie agroforestali della Confederazione, ha partecipato in modo attivo. Il biometano, d'altra parte, ha potenzialita' enormi - ricorda la Cia - essendo l'unica fonte rinnovabile che puo' essere utilizzata per produrre energia elettrica, in cogenerazione ad alto rendimento, energia termica e come biocarburante per l'autotrazione. Soprattutto con questo decreto, si promuove prioritariamente l'uso del biometano nei trasporti come biocarburante, privilegiando quello ottenuto da sottoprodotti, con un occhio di riguardo per gli impianti piu' piccoli e piu' alla portata delle imprese agro-zootecniche.

Ma soprattutto, puntando sulle agroenergie come il biometano, si possono ridurre i costi della bolletta energetica e dei carburanti, visto che - evidenzia la Cia - l'Italia e' costretta a importare l'85 per cento dell'energia che consuma, con una spesa di 60 miliardi di euro l'anno per l'acquisto di petrolio e gas dai Paesi esteri. In piu', incentivando la produzione di agroenergie, si abbassano le emissioni di anidride carbonica, con un enorme beneficio per l'ambiente, nell'ottica di uno sviluppo sostenibile che chiede di ''consumare di meno per produrre di piu'''. Vale la pena ricordare che il biometano, realizzato con biomasse di integrazione (effluenti zootecnici, sottoprodotti agricoli e agroindustriali, colture non alimentari o di secondo raccolto) e sfruttando i terreni un tempo destinati al ''seat aside'' - conclude la Cia - potrebbe portare le imprese agricole a una produzione entro il 2030 di circa 8 miliardi di metri cubi. Con un risparmio di 5 miliardi di euro l'anno sull'importazione di gas. com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Stop alla caccia di tordi e beccacce
Stop alla caccia di tordi e beccacce, appello delle associazioni
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Campidoglio
Roma, riparte maratona bilancio. Ok a emendamenti Giunta Raggi
Bagnasco
Bagnasco: povertà si allarga. Subito reddito di inclusione
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: strategia Ue premessa solido sviluppo attività
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4