domenica 04 dicembre | 01:02
pubblicato il 30/nov/2011 21:12

Enav/ Simoni a Pm: Cacciai Di Lernia che mi offriva tangenti

Atto istruttorio sarà depositato venerdì al Riesame

Enav/ Simoni a Pm: Cacciai Di Lernia che mi offriva tangenti

Roma, 30 nov. (askanews) - Pressioni per favorire la Selex fino a pochi giorni fa. Lo ha raccontato agli inquirenti della Procura di Roma il dirigente dell'Enav, Fausto Simoni, "impermeabile" al sistema delle sovrafatturazioni e delle tangenti. La sua testimonianza raccolta sabato mattina dai pubblici ministeri sarà depositata venerdì al tribunale del Riesame. Secondo quanto si è appreso Simoni ha spiegato ai magistrati che una settimana prima degli arresti avvenuta il 19 novembre ha ricevuto pressioni per favorire la Selex. "Io avevo cacciato Di Lernia che mi offriva dei soldi ma poi Pugliesi mi ha telefonato e mi ha detto che dovevo riceverlo di nuovo".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari