lunedì 05 dicembre | 11:31
pubblicato il 27/lug/2011 16:18

Emergenza rifiuti a Palermo: salta l'intesa tra Comune e Amia

L'azienda ha bisogno di 18 milioni di euro per il risanamento

Emergenza rifiuti a Palermo: salta l'intesa tra Comune e Amia

Nulla di fatto tra Comune di Palermo e l'Amia per risolvere l'emergenza rifiuti. Tra le parti non si è arrivati ad alcun accordo. I dipendenti dell'azienda che si occupa di raccogliere i rifiuti nel capoluogo siciliano, sono nuovamente in stato d'agitazione e si riuniscono in assemblea durante tutti e tre i turni di raccolta, causando l'accumulo di rifiuti per le strade della città.Per il risanamento aziendale, i commissari straordinari di Amia avevano chiesto a Palazzo delle Aquile 18 milioni di euro; una somma che il Comune non è disposto a concedere, il perchè lo spiega il consigliere comunale di Sel Nadia Spallitta. Il sindaco Diego Cammarata ha annunciato che nessun dipendente Amia è a rischio licenziamento, come ventilato invece nei giorni scorsi dai commissari straordinari, che avevano espresso preoccupazione per 400 lavoratori.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari