domenica 22 gennaio | 00:45
pubblicato il 31/lug/2011 17:38

Emergenza rifiuti a Palermo, cresce rischio igienico-sanitario

Cumuli di immondizia invadono il centro storico

Emergenza rifiuti a Palermo, cresce rischio igienico-sanitario

Dopo Napoli anche Palermo rischia l'emergenza igienico-sanitaria a causa dei rifiuti. Queste immagini sono state girate domenica 31 luglio nel centro storico del capoluogo siciliano: cumuli di rifiuti invadono la strada, arrivando addirittura quasi a sommergere i contenitori per la differenziata. In altri casi i cassonetti restano vuoti mentre la spazzatura si accumula sui marciapiedi. In mezzo ai sacchetti poi si scorgono anche materassi, divani e motorini. Nonostante l'Amia (la società che gestisce la raccolta dei rifiuti a Palermo) abbia annunciato l'imminente ripresa della raccolta, il problema - come si vede - è tutt'altro che risolto. A rendere l'emergenza più drammatica, inoltre, il fatto che spesso i cumuli di rifiuti vengono incendiati dai cittadini, liberando nell'aria tossine dannose per la salute.

Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Incidenti stradali
Pullman ungherese si schianta e prende fuoco in A4, 16 morti
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4