sabato 03 dicembre | 18:47
pubblicato il 22/nov/2014 13:05

E' tunisina "Miss Mondo Musulmano 2014"

In Indonesia la risposta ai concorsi di bellezza occidentali

E' tunisina "Miss Mondo Musulmano 2014"

Milano (askanews) - E' tunisina "Miss mondo musulmano 2014". Si chiama Fatma Ben Guefrache, ha 25 anni, è una informatica e parla perfettamente inglese la vincitrice di questa manifestazione pensata come la risposta dei paesi islamici ai concorsi di bellezza occidentali.

Coperte dal velo, le 18 finaliste hanno sfilato indossando scintillanti vestiti tradizionali della loro cultura vicino ai templi di Prambanan, patrimonio Unesco, In Indonesia. Una scelta, quella di organizzare la manifestazione in un sito induista, fatta deliberatamente per "mostrare la tolleranza dell'Islam verso le altre confessioni religiose", hanno spiegato gli organizzatori dell'evento.

"Ringrazio mia madre, la mia famiglia e il mio Paese", ha dichiarato la Miss che ha anche lanciato un appello per la liberazione della Palestina e una preghiera per il popolo siriano.

Per i giudici l'elezione non è solo una questione di bellezza: per vincere infatti le finaliste devono anche essere brave a recitare il Corano oltre a saper offrire il loro punto di vista sull'Islam nel mondo contemporaneo. Con le sue capacità Miss Tunisia ha sbaragliato la concorrenza di nigeriane, iraniane e delle altre bellezze dei Paesi musulmani.

(immagini Afp)

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari