giovedì 19 gennaio | 01:40
pubblicato il 17/mag/2013 09:22

Duplice omicidio nel Milanese, il racconto di un testimone

Il racconto del momento della sparatoria a Cesate

Duplice omicidio nel Milanese, il racconto di un testimone

Milano (askanews) - La paura del licenziamento ha scatenato la furia omicida di un 36 enne incensurato, Davide Spadari, che in un bar a Casate nel Milanese ha ucciso a colpi di pistola i suoi datori di lavoro, Rocco Brattalotta di 48 anni e il figlio Salvatore di 22, proprietari di una ditta edile. Un testimone racconta i momenti della sparatoria.Spadari è stato fermato e ha confessato il duplice omicidio. Ai carabinieri ha detto che avrebbe voluto suicidarsi dopo la strage.

Gli articoli più letti
Terremoti
Cnr: sisma fenomeno di contagio a cascata tra faglie adiacenti
Terremoti
Sisma, Raggi: a Roma saranno avviate verifiche su scuole e uffici
Terremoti
Terremoto, sindaca Raggi riunisce il centro operativo comunale
Terremoti
Sisma centro Italia, Ingv: oltre 100 scosse, 4 sopra magnitudo 5
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina