lunedì 27 febbraio | 08:31
pubblicato il 17/mag/2013 09:22

Duplice omicidio nel Milanese, il racconto di un testimone

Il racconto del momento della sparatoria a Cesate

Duplice omicidio nel Milanese, il racconto di un testimone

Milano (askanews) - La paura del licenziamento ha scatenato la furia omicida di un 36 enne incensurato, Davide Spadari, che in un bar a Casate nel Milanese ha ucciso a colpi di pistola i suoi datori di lavoro, Rocco Brattalotta di 48 anni e il figlio Salvatore di 22, proprietari di una ditta edile. Un testimone racconta i momenti della sparatoria.Spadari è stato fermato e ha confessato il duplice omicidio. Ai carabinieri ha detto che avrebbe voluto suicidarsi dopo la strage.

Gli articoli più letti
Biotestamento
Dj Fabo in Svizzera, visite mediche per decidere l'eutanasia
Campidoglio
Roma, Colomban: progetto taglio partecipate senza licenziamenti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech