martedì 06 dicembre | 02:21
pubblicato il 24/apr/2014 11:51

Due Papi Santi, Piazza San Pietro si trasforma in circo mediatico

Fedeli continuano ad affluire per doppia canonizzazione

Due Papi Santi, Piazza San Pietro si trasforma in circo mediatico

Città del Vaticano, (askanews) - Piazza San Pietro trasformata in un grande circo mediatico: gli operai sono a lavoro da giorni per allestire le impalcature che ospiteranno centinaia e centinaia di televisioni di ogni angolo del Pianeta.L'evento è di quelli senza precedenti: la doppia canonizzazione di Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II, domenica 27 aprile, presieduta da Papa Francesco.Dalla settimana Santa ogni giorno la piazza circondata dal Colonnato del Bernini è affollata da pellegrini provenienti da tutto il mondo in vista della grande celebrazione di domenica che vedrà due Papi salire all'onore degli altari.I più numerosi saranno i polacchi: dalla Patria di Karol Wojtyla arriveranno 1.700 pullman. E il presidente Komorowski.Roma è pronta per la grande festa, già da tempo definita la grande Woodstock cattolica del 2014.

Gli articoli più letti
Maltempo
Allerta maltempo: temporali sulle due Isole e sulla Calabria
Immigrati
Guardia costiera: salvati 231 migranti nel Mediterraneo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari