domenica 04 dicembre | 05:38
pubblicato il 28/feb/2011 18:51

Due fermi a Reggio Calabria per il minore Rom ferito

Vittima e aggressori legati al mondo della microcriminalità

Due fermi a Reggio Calabria per il minore Rom ferito

Due persone sono state fermate a Reggio Calabria per il ferimento di un minore rom avvenuto lo scorso18 febbraio nel rione Ciccarello; il giovane fu raggiunto da 3 colpi di pistola. A finire in manette, Domenico e Giuseppe Barbaro, di 46 e 50 anni. Sia la vittima che gli aggressori sono vecchie conoscenze delle forze dell'ordine e l'episodio potrebbe essere un regolamento di conti tra esponenti della microcriminalità locale, come ha spiegato il Questore Carmelo Casabona.La polizia è giunta al fermo dei due aggressori, ora accusati di tentato omicidio, visionando queste immagini delle telecamere a circuito chiuso di un negozio e grazie ad alcune intercettazioni ambientali. I dettagli nelle parole del Capo della Squadra mobile di Reggio Calabria, Renato Cortese.Il giovane, trasportato in ospedale dai genitori è tuttora ricoverato in rianimazione. in gravi condizioni ma non sarebbe in pericolo di vita.

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari