martedì 24 gennaio | 18:43
pubblicato il 31/gen/2013 19:12

Droghe: Relazione UE, allarmanti nuove tendenze consumo

Droghe: Relazione UE, allarmanti nuove tendenze consumo

(ASCA) - Bruxelles, 31 gen - L'Europa e' alle soglie di una nuova era per quanto riguarda l'offerta e la domanda di droghe illecite, il cui sviluppo mette a dura prova le attuali risposte politiche. E' quanto emerge dalla prima relazione congiunta dell'Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze (OEDT) e dell'Europol sul mercato europeo degli stupefacenti, pubblicata oggi a Bruxelles. La relazione mette in luce un mercato sempre piu' dinamico, innovativo e reattivo alle sfide, che si caratterizza per la comparsa di nuove rotte e di spedizioni multiple costituite da piu' sostanze.

Spiega Rob Wainwright, direttore dell'Europol, : ''Il traffico internazionale di stupefacenti rimane la principale attivita' della maggioranza dei gruppi criminali organizzati.

Questi ultimi si adattano alle nuove opportunita' criminali e ai mutati metodi e canali di contrabbando per eludere i controlli, avvalendosi sempre piu' - come abbiamo constatato - di mezzi leciti di trasporto commerciale quali container, aerei, corrieri e servizi postali. In questo modo le droghe transitano attraverso molteplici punti di passaggio e sono quindi piu' difficili da intercettare. Anche Internet svolge un importante ruolo di favoreggiamento ed e' comunemente usato per lo spaccio e la vendita di stupefacenti''.

La relazione mette in rilievo anche il ruolo dell'Europa come uno dei principali produttori mondiali del precursore chimico impiegato nella produzione di eroina, l'anidride acetica, nonche' la sua responsabilita' nel confezionare, commercializzare e promuovere prodotti contenenti nuove sostanze psicoattive.

''L'UE e' un'importante regione produttrice di droghe sintetiche e, in misura crescente, di cannabis'', osserva Wolfgang Gotz, direttore dell'OEDT. ''Sta prendendo piede la tendenza a produrre droghe illecite nelle vicinanze dei potenziali mercati di consumo, dove e' meno probabile che vengano intercettate. Questa evoluzione ci costa sempre piu' salata in termini di sicurezza collettiva, salute pubblica e onere imposto alle gia' limitate risorse della polizia''.

Secondo la relazione, gli sviluppi descritti sono in gran parte favoriti dalla globalizzazione, per effetto della quale sempre nuovi paesi diventano centri nodali per la produzione, il deposito o il transito delle droghe. Considerevole e' anche l'influenza di Internet, sia come mezzo di comunicazione che come punto di vendita online. E ancora, la relazione mette in evidenza i collegamenti tra le reti di trafficanti di cocaina e di resina di cannabis, l'importanza crescente dell'Africa come zona di deposito e di transito, nonche' il ruolo centrale svolto dalle bande criminali dell'Europa nordoccidentale nello smistamento di ogni tipo di droga all'interno dell'UE.

Inoltre, la rapidita' con cui evolvono le droghe sintetiche implica la necessita', per l'Europa, di potenziare la propria capacita' di allerta precoce riguardo alle nuove sostanze immesse sul mercato.

La relazione sottolinea l'importanza di intraprendere azioni coordinate a livello dell'UE. red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
'Ndrangheta
'Ndrangheta, operazione "Stammer": 54 persone fermate
Maltempo
Individuato elicottero 118 precipitato nell'aquilano, 6 a bordo
Rigopiano
Hotel Rigopiano, bilancio sale a 7 vittime: ancora 22 i dispersi
Giustizia
Giustizia, da incontro Anm-Ministro Orlando nessun effetto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Al via Peter Baby Bio, progetto toscano per omogeneizzati Km zero
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Del Pesce sarà main sponsor di Aquafarm 2017
Turismo
Alla scoperta di Piacenza con Sorgentedelvino Live
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio, Pasquali: Leonardo pronta a cogliere opportunità sviluppo
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4