lunedì 27 febbraio | 17:22
pubblicato il 17/apr/2013 20:16

Droghe: accordo collaborazione medici famiglia-DPA contro dipendenze

Droghe: accordo collaborazione medici famiglia-DPA contro dipendenze

(ASCA) - Roma, 17 apr - Firmato un importante accordo di collaborazione tra il DPA (Dipartimento Politiche Antidroga) e la Societa' Italiana di Medicina Generale (SIMG) che rappresenta l'Associazione scientifica dei medici di famiglia italiani.

L'accordo contiene e condivide i principi e le strategie generali per la promozione e la realizzazione di attivita' finalizzate all'informazione corretta e scientifica contro l'uso di tutte le droghe, l'abuso alcolico e il gioco d'azzardo patologico, oltre che la formazione dei medici di medicina generale su questi temi.

Tutte le attivita' informative in ambito tecnico-scientifico del materiale di prevenzione del DPA saranno messe a disposizione e diffuse dalla SIMG , attraverso la rete Internet per tutti i medici di famiglia, al fine di una piu' capillare, tempestiva ed economica distribuzione. La SIMG promuovera', inoltre, la partecipazione all' Italian Scientific Community on Addiction, la comunita' scientifica di ispirazione istituzionale, collegata al Dipartimento Politiche Antidroga; e diffondera', altresi', sul proprio sito web le attivita' di comunicazione e informazione istituzionale e di formazione organizzate dal Dipartimento, i materiali informativi e le linee di indirizzo prodotti dal DPA.

''Un accordo - ha sottolineato il Presidente della SIMG, Claudio Cricelli - che rappresenta un risultato di alto valore istituzionale per il quale ringrazio il DPA ed il Capo Dipartimento, Giovanni Serpelloni, a testimonianza della nostra politica di presa in carico globale del cittadino, inclusi i temi delle vecchie e nuove dipendenze.

Il nostro lavoro si estende fino a includere tutti i nuovi fenomeni emergenti, i comportamenti individuali e sociali addittivi, come le ludopatie'' .

Giovanni Serpelloni - capo del DPA - , ha voluto sottolineare ''l'identita' di vedute con la SIMG sulle strategie antidroga e la necessita' di collaborare per far aumentare la cultura della promozione e protezione della salute e in primo luogo le indicazioni e le azioni concrete per far comprendere, soprattutto ai giovani, il pericolo dell'uso di tutte le droghe e la necessita' di adottare comportamenti responsabili verso la propria salute fisica e mentale oltre quelle di terze persone''. ''Da qualche anno - ha ricordato - e' comparsa sul mercato fortemente pubblicizzato sulla rete Internet, una notevole quantita' di siti che offrono vecchie e nuove droghe sintetiche vendute con modalita' che inducono una falsa percezione di bassa pericolosita' e lesivita' in chi le acquista e le consuma.

Bisogna agire quindi anche a questo livello. I medici di famiglia con la loro costante presenza e professionalita' entrano in contatto spesso con persone che hanno informazioni distorte sui rischi delle droghe ed evidenziano disturbi da uso di sostanze''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Biotestamento
Marco Cappato: Fabo è morto alle 11.40
Criminalità
Rapine ed estorsioni a Napoli, 47 misure cautelari
'Ndrangheta
'Ndrangheta, sequestrati a imprenditore colluso beni per 2,5 mln
Terremoti
Sisma Centro Italia, Errani: grandissimo rischio spopolamento
Altre sezioni
Salute e Benessere
Malattie rare, Scaccabarozzi: 560 farmaci in sviluppo nel mondo
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Specie a rischio, dalla genetica molecolare un aiuto per salvarle
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Fisica, Masterclass: 3000 studenti alla scoperta delle particelle
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech