domenica 22 gennaio | 09:11
pubblicato il 17/apr/2013 20:16

Droghe: accordo collaborazione medici famiglia-DPA contro dipendenze

Droghe: accordo collaborazione medici famiglia-DPA contro dipendenze

(ASCA) - Roma, 17 apr - Firmato un importante accordo di collaborazione tra il DPA (Dipartimento Politiche Antidroga) e la Societa' Italiana di Medicina Generale (SIMG) che rappresenta l'Associazione scientifica dei medici di famiglia italiani.

L'accordo contiene e condivide i principi e le strategie generali per la promozione e la realizzazione di attivita' finalizzate all'informazione corretta e scientifica contro l'uso di tutte le droghe, l'abuso alcolico e il gioco d'azzardo patologico, oltre che la formazione dei medici di medicina generale su questi temi.

Tutte le attivita' informative in ambito tecnico-scientifico del materiale di prevenzione del DPA saranno messe a disposizione e diffuse dalla SIMG , attraverso la rete Internet per tutti i medici di famiglia, al fine di una piu' capillare, tempestiva ed economica distribuzione. La SIMG promuovera', inoltre, la partecipazione all' Italian Scientific Community on Addiction, la comunita' scientifica di ispirazione istituzionale, collegata al Dipartimento Politiche Antidroga; e diffondera', altresi', sul proprio sito web le attivita' di comunicazione e informazione istituzionale e di formazione organizzate dal Dipartimento, i materiali informativi e le linee di indirizzo prodotti dal DPA.

''Un accordo - ha sottolineato il Presidente della SIMG, Claudio Cricelli - che rappresenta un risultato di alto valore istituzionale per il quale ringrazio il DPA ed il Capo Dipartimento, Giovanni Serpelloni, a testimonianza della nostra politica di presa in carico globale del cittadino, inclusi i temi delle vecchie e nuove dipendenze.

Il nostro lavoro si estende fino a includere tutti i nuovi fenomeni emergenti, i comportamenti individuali e sociali addittivi, come le ludopatie'' .

Giovanni Serpelloni - capo del DPA - , ha voluto sottolineare ''l'identita' di vedute con la SIMG sulle strategie antidroga e la necessita' di collaborare per far aumentare la cultura della promozione e protezione della salute e in primo luogo le indicazioni e le azioni concrete per far comprendere, soprattutto ai giovani, il pericolo dell'uso di tutte le droghe e la necessita' di adottare comportamenti responsabili verso la propria salute fisica e mentale oltre quelle di terze persone''. ''Da qualche anno - ha ricordato - e' comparsa sul mercato fortemente pubblicizzato sulla rete Internet, una notevole quantita' di siti che offrono vecchie e nuove droghe sintetiche vendute con modalita' che inducono una falsa percezione di bassa pericolosita' e lesivita' in chi le acquista e le consuma.

Bisogna agire quindi anche a questo livello. I medici di famiglia con la loro costante presenza e professionalita' entrano in contatto spesso con persone che hanno informazioni distorte sui rischi delle droghe ed evidenziano disturbi da uso di sostanze''.

red/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Incidenti stradali
Schianto bus ungherese, a bordo 15-16enni in gita in Francia
Maltempo
Hotel Rigopiano, Prefettura Pescara: 23 i dispersi segnalati
Maltempo
Rigopiano, proseguono ricerche: bilancio 9 in salvo, 4 vittime
Papa
Papa:no a Chiesa insapore in società dove anche verità è truccata
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4