sabato 25 febbraio | 06:28
pubblicato il 30/mag/2013 12:09

Droga: Italia scelta da Ue per trasferire a Croazia esperienza contrasto

Droga: Italia scelta da Ue per trasferire a Croazia esperienza contrasto

(ASCA) - Roma, 30 mag - L'Italia e' pronta a condividere con la Croazia - dal primo luglio prossimo 28 Paese membro Ue - il proprio 'Sistema di Allerta nazionale' sulle nuove droghe sintetiche che spopolano su internet considerato ''il piu' avanzato e completo d'Europa''.

Lo scrive in una nota il Dipartimento politiche antidroga (Dpa) della Presidenza del Consiglio dei ministri dopo aver partecipato a Zagabria al workshop ''Sistema di Allerta Nazionale sulle Nuove Sostanze Psicoattive - la dimensione sanitaria'', organizzato dalla Commissione Europea (Taiex). La Commissione Europea ha infatti invitato i rappresentanti del Sistema di allerta italiano a presentare in Croazia la propria esperienza, mostrando l'organizzazione ed il funzionamento del Sistema, le attivita' per la gestione degli aspetti clinici e analitici, nonche' i principali risultati ottenuti dal 2009, anno di istituzione del Sistema presso il Dpa. ''Essere stati scelti dalla Commissione Europea - ha dichiarato Giovanni Serpelloni, Capo del Dpa - come Paese modello in tema di Sistemi di Allerta e' stato un grande riconoscimento. La collaborazione con il governo croato tesa a sviluppare anche operativamente un Sistema di questo tipo nel loro Paese, rende merito all'incessante lavoro di monitoraggio dei nostri centri collaborativi e delle Forze dell'ordine e conferma la qualita' di un intervento tangibile e di un network che lavora per tutelare la salute pubblica''.

Scopo principale del Sistema di Allerta e' quello, di migliorare e rendere piu' tempestiva la conoscenza del fenomeno e l'individuazione e la comparsa delle nuove droghe e trovare meccanismi di collaborazione e scambio di informazione scientifica tempestiva a livello transnazionale per fronteggiarne piu' ampiamente su tutta Europa le conseguenze a livello sanitario. Le sostanze tossiche derivanti dalla manipolazioni di prodotti sintetici - descrive il Dpa - stanno invadendo il mercato in internet e possono risultare molto pericolose e di difficile individuazione laboratoristica.

In Italia, i siti web individuati dal 2011 sono 426. Di questi, nel 64% dei casi sono stati rimossi gli annunci di sostanze illecite pubblicati, nel 22% sono state oscurate le pagine riportanti l'annuncio e nel 10% dei casi i siti sono stati completamente chiusi. ''La comparsa di sempre nuove droghe ci preoccupa ma non ci trova impreparati'', ha osservato Serpelloni, capo del Dpa. ''L'Italia - ha proseguito - e' infatti il paese che ha tabellato e rese illegali, prima di tutti gli altri paesi, il maggior numero di queste sostanze, smantellando sul nascere (grazie ad una importante operazione dei Nas) anche nuove organizzazioni e reti di spaccio che tentavano di introdurre anche nel nostro paese tali droghe e tali mercati''.

Il governo Croato - conclude la nota - ha richiesto il supporto e la collaborazione istituzionale della delegazione italiana nelle future azioni per l'istituzione di un network per il loro Sistema di allerta nazionale e per la stesura di protocolli istituzionali e procedure operative, concordate tra enti governativi coinvolti nel suo funzionamento. com-stt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech