sabato 25 febbraio | 06:22
pubblicato il 28/mag/2013 14:54

Droga: in Europa consumi in calo ma cannabis piu' diffusa

Droga: in Europa consumi in calo ma cannabis piu' diffusa

(ASCA) - Roma, 28 mag - Sono stati 77 milioni gli adulti che, nel biennio 2011-2012 hanno fatto uso di cannabis; 1,4 milioni di consumatori problematici di oppiacei in Europa (circa il 0,4% della popolazione adulta 15-64) principalmente consumatori di eroina, ma anche altri droghe sintetiche. I dati sono stati presentati oggi a Roma dall'Osservatorio europeo sulle droghe. Numeri che fanno intendere che l'Europa sta assistendo a un calo del consumo di eroina e che, nel 'vecchio continente' il numero di coloro che entrano in trattamento per la prima volta per problemi di eroina e' sceso da un picco di 59.000 nel 2007 a 41 000 nel 2011, con riduzioni piu' evidenti nei paesi dell'Europa occidentale. La cocaina resta, invece, la seconda droga piu' utilizzata in Europa dopo la cannabis: questa sostanza, secondo i dati, e' stata utilizzata dai giovani europei e circa 2,5 milioni l'hanno consumata (eta' compresa tra i 15 ei 34 anni) nel corso dell'ultimo anno. Per quanto riguarda l'ecstasy e le anfetamine, l'ultima stima ha evidenziato che ci sono stati 1,8 milioni di giovani europei di eta' compresa tra 15-34 anni che hanno consumato ecstasy durante l'anno passato e allo stesso modo 1,7 milioni che hanno utilizzato anfetamine durante quel periodo.

La ''Relazione europea sulla droga 2013: tendenze e sviluppi'' su base dati 2011, fa emergere che, inoltre, tra il 2006 e il 2011, vi e' stato un calo complessivo della percentuale di iniettori di eroina tra i pazienti che entrano in trattamento per la prima volta. In calo, anche il numero dei decessi per overdose in Europa nel suo complesso. Mentre negli ultimi dieci anni, l'Europa ha visto piu' di 70 000 decessi per overdose, la maggior parte tra i consumatori di oppiacei, dati recenti mostrano un trend piu' promettente, - nel 2011, 6500 morti per overdose sono stati segnalati, in calo invece dai 7700 casi riportati nel 2009. La diminuzione del consumo di eroina ha importanti implicazioni per la salute pubblica e puo' contribuire a ridurre una serie di gravi problemi di salute, tra cui le malattie infettive correlate.

Sebbene in Europa ci sia stata una tendenza per l'eroina e la cocaina alla diminuzione, i dati europei hanno mostrato anche che il consumo di cannabis, ''rimane alto rispetto agli standard storici, potendo contare su un mercato ampio e relativamente solido''. red-gc/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Roma
Roma, truffe con falsi incidenti: arrestati 6 medici e 2 avvocati
Napoli
Napoli, assenteismo ospedale Loreto Mare: 94 indagati, 55 arresti
Campidoglio
Roma, Raggi in ospedale per controlli dopo un lieve malore
Campidoglio
Roma, medici: Raggi in netto miglioramento, si valuta uscita
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech