domenica 04 dicembre | 09:56
pubblicato il 26/giu/2013 15:12

Droga: Dpa, grazie a monitoraggio sintetiche ancora non molto diffuse

Droga: Dpa, grazie a monitoraggio sintetiche ancora non molto diffuse

(ASCA)- Roma, 26 giu - In Italia l'espansione dell'offerta di droghe sintetiche psicoattive ''non e' ancora un grave problema'' in quanto e' rimasta ''contenuta'' anche grazie all'attivazione del Sistema nazionale di allerta precoce e risposta rapida per le droghe - National early warning system (N.e.w.s.).

Lo sottolinea in una nota il Dipartimento politiche antidroga della Presidenza del consiglio dei ministri a commento della notizia sull'aumento delle droghe sintetiche nel mondo evidenziato dal rapporto Undoc, presentato oggi a Vienna in occasione della Giornata mondiale contro la droga.

Il Sistema - precisa il Dpa - e' finalizzato, da un lato, a individuare precocemente le nuove sostanze in entrata sul territorio nazionale (soprattutto tramite internet) e, dall'altro, i fenomeni potenzialmente pericolosi per la salute pubblica, correlati alla comparsa di queste nuove droghe e di nuove modalita' di consumo sul territorio. Una volta acquisita l'informazione, che puo' essere fornita dagli oltre 1500 punti di osservazione territoriale, essa viene elaborata e si provvede ad attivare segnalazioni di allerta che tempestivamente coinvolgano le strutture deputate alla tutela della salute (ospedali, sert, unita' di strada ecc.) e responsabili dell'eventuale attivazione di adeguate misure di risposta, informazione e prevenzione. Il Sistema di allerta - grazie anche alla collaborazione con il ministero della Salute e l'Osservatorio europeo - dal 2009 a oggi ha individuato 237 molecole incluse: 70 cannabinoidi sintetici; 35 catinoni sintetici; 51 fenetilamine; oltre 80 molecole di varia natura (piperazine, triptamine, derivati PCP, ketamina, farmaci,sostanze naturali, ecc.). Proprio grazie all'attivita' di monitoraggio de queste sostanze sono state tempestivamente tabellate (DPR 309/90 e s.m.i), cioe' rese illegali, individuando e segnalando inoltre una serie di farmaci (anoressizzanti, attivanti l'attivita' sessuale, sedativi ecc.) venduti senza prescrizione medica o addirittura contraffatti. Negli ultimi 2 anni, sono state inoltre chiuse 400 pagine web dove venivano commercializzate le sostanza ''Vogliamo ribadire che il fenomeno delle nuove droghe sintetiche nel nostro paese per fortuna non e' ancora un grave problema, ma potrebbe diventarlo'' afferma Giovanni Serpelloni, capo del Dpa. ''E' necessario - aggiunge - l'uso di tutte le droghe oltre che compromettere la salute fisica, mentale e sociale, finanzia direttamente le organizzazioni criminali rendendo compartecipe l'acquirente, delle loro violenze e della loro illegalita''', conclude il capo del Dpa.

com-stt/mpd

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari